yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei

mercoledì 18 maggio 2022

ROMA, 18 maggio. /TASS/. Bloccato il sesto pacchetto di sanzioni Ue contro la Russia, ha detto mercoledì il commissario europeo all'Economia Paolo Gentiloni in un'intervista a Rai News 24. "Abbiamo adottato cinque pacchetti di sanzioni molto rapidamente e all'unanimità, ma il sesto pacchetto è ancora sospeso per ragioni note. Sono ottimista sulle prospettive di trovare un compromesso", ha affermato Gentiloni.............



Il commissario Ue all'Economia Paolo Gentiloni

© EPA-EFE/STEPHANIE LECOCQ


ROMA, 18 maggio. /TASS/. Bloccato il sesto pacchetto di sanzioni Ue contro la Russia, ha detto mercoledì il commissario europeo all'Economia Paolo Gentiloni in un'intervista a Rai News 24.

"Abbiamo adottato cinque pacchetti di sanzioni molto rapidamente e all'unanimità, ma il sesto pacchetto è ancora sospeso per ragioni note. Sono ottimista sulle prospettive di trovare un compromesso", ha affermato Gentiloni.

Ha spiegato che il governo ungherese non si oppone al principio dell'introduzione di un embargo energetico, ma ha rilevato le difficoltà del Paese in termini di una certa posizione geografica e modello di approvvigionamento energetico.

I rappresentanti permanenti dei paesi dell'UE non possono ancora raggiungere un accordo sul sesto pacchetto di sanzioni contro la Russia, che include un progetto di embargo petrolifero: la Commissione europea ha proposto il divieto di importazione di greggio dalla Russia sei mesi dopo l'entrata in vigore del sesto pacchetto vigore e sui prodotti petroliferi - dal 2023. Allo stesso tempo, la Commissione europea ha proposto di consentire a Ungheria e Slovacchia di acquistare petrolio russo fino alla fine del 2024.

Secondo le fonti, la Commissione europea avrebbe già dovuto ammorbidire alcune sue proposte su tempi, parametri e possibili eccezioni all'embargo petrolifero. L'Ungheria si oppone all'embargo petrolifero, con il sostegno di numerosi altri paesi che ritengono che i danni derivanti dalla misura saranno catastrofici per l'Europa.

traduzione articolo da "tass.com"

Armi di difesa aerea S-500 all'avanguardia in arrivo per le truppe russe — vice PM. Secondo il vice primo ministro Yury Borisov, la Russia è "un leader indiscusso" sui mercati globali delle armi in termini di questo tipo di armi per caratteristiche tecniche

 


Il vice primo ministro russo Yuri Borisov

© Artyom Geodakyan/TASS


MOSCA, 18 maggio. /TASS/. L'ultimo sistema missilistico antiaereo S-500 ha iniziato ad arrivare per le truppe russe, ha detto mercoledì il vice primo ministro Yury Borisov durante la maratona educativa del governo New Horizons.

"Oggi le truppe hanno già iniziato a ricevere i sistemi che combinano effettivamente le funzioni di difesa aerea e antimissilistica e queste sono armi S-500", ha detto Borisov.

L'S-500, come i sistemi missilistici terra-aria Tor, Buk, S-300, S-350 e S-400, godono di una grande richiesta sui mercati globali delle armi, ha affermato il vice primo ministro russo.

"Come si suol dire, vendono come le torte calde", ha sottolineato il vicepremier.

La Russia è "un leader indiscusso" sui mercati globali delle armi in termini di questo tipo di armi per caratteristiche tecniche, ha affermato Borisov.


traduzione articolo da "tass.com"


Secondo Maria Zakharova, il regime di Kiev ha usato regolarmente tattiche di ricatto su un certo numero di paesi, principalmente Stati europei, "per risolvere i compiti che gli Stati Uniti hanno fissato loro in primo luogo"......

 


La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova

© Ministero degli Esteri russo/TASS


MOSCA, 18 maggio. /TASS/. La leadership di Kiev ha tradito le persone nell'acciaieria Azovstal a Mariupol perché le ha usate come strumento di ricatto, ha detto mercoledì alla stazione radio Sputnik la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

perché li usavano come strumento di ricatto per tutti gli altri. Senza scopo, completamente sconsideratamente e insensibile", ha detto.

Secondo Zakharova, il regime di Kiev ha usato regolarmente tattiche di ricatto su un certo numero di paesi, principalmente stati europei, "per risolvere i compiti che gli Stati Uniti hanno fissato loro in primo luogo". "Questo è uno degli strumenti più convenienti di Washington per influenzare la situazione nell'Unione europea", ha aggiunto.

"L'epifania per i paesi dell'UE [nel contesto dell'attuale situazione in Ucraina] sarà difficile", ha riassunto il diplomatico.


traduzione articolo da "tass.com"

L'AMF russo afferma che Kiev sta facendo di tutto per mantenere i colloqui con la Russia fuori dai binari normali. La Russia ha accolto con favore ogni tipo di negoziato per risolvere la crisi ucraina da otto anni, ha sottolineato Maria Zakharova

 


MOSCA, 18 maggio. /TASS/. La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova mercoledì ha affermato che Kiev sta facendo di tutto per mantenere i colloqui con la Russia fuori dalla normale rotta.

"In questa fase (tutti hanno già parlato sull'argomento, sia attraverso il ministero che attraverso altri canali), il regime di Kiev sta facendo di tutto affinché i colloqui escano dal normale percorso negoziale", ha detto in una conferenza stampa.

Ha affermato che la Russia ha risposto positivamente all'interesse dichiarato di Kiev per il processo negoziale e ha accolto con favore tutti i tipi di negoziati per risolvere la crisi ucraina per otto anni.

"Allo stato attuale, la situazione si sta svolgendo principalmente sul campo", ha affermato. "L'interesse per i colloqui è stato mostrato dal regime di Kiev ed è stato accolto con una risposta positiva".

"Proprio come il regime di Kiev ha mostrato il suo interesse, ha anche iniziato a fare di tutto per impantanare questi negoziati in modi diversi", ha continuato ZaKharova.

traduzione articolo da "tass.com"

ANKARA, 18 maggio. /TASS/. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si aspetta che la NATO dimostrerà comprensione su questioni così delicate per Ankara come la sicurezza e la protezione delle frontiere, ha affermato Erdogan in parlamento mercoledì..........

 


Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan

© AP Photo/Burhan Ozbilici


ANKARA, 18 maggio. /TASS/. Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan si aspetta che la NATO dimostrerà comprensione su questioni così delicate per Ankara come la sicurezza e la protezione delle frontiere, ha affermato Erdogan in parlamento mercoledì.

"La NATO sta adottando misure per espandere i suoi fianchi orientali. Vediamo che nel mezzo della crisi ucraina, qualcuno viene accolto con un [caldo] abbraccio e gli viene mostrata buona volontà. Come alleato della NATO, combattiamo il terrorismo da anni, ma non abbiamo visto un tale atteggiamento nei nostri confronti. Ci aspettiamo che i nostri alleati comprendano la nostra sensibilità, ci rispettino e possibilmente ci sostengano", ha detto Erdogan alla riunione del Partito Giustizia e Sviluppo al governo, di cui è a capo.

Il presidente turco afferma che Ankara non ha pretese su territori stranieri, ma è fondamentale per il Paese salvaguardare la sicurezza nazionale.

"Non abbiamo pretese su territori stranieri. Siamo determinati a sradicare le origini di ciò che rappresenta una minaccia per la nostra sicurezza", ha detto Erdogan riferendosi alle operazioni militari turche contro i militanti curdi in Iraq e Siria.

"I nostri partner della NATO non hanno convogliato armi e munizioni alle organizzazioni terroristiche le cui attività prendono di mira la Turchia?" chiese retorico il presidente.

Erdogan ha ripetutamente castigato la NATO per il rifiuto di aiutare a combattere i separatisti curdi vicino ai confini turchi.

Avendo aderito alla NATO nel 1952, la Turchia è uno dei suoi membri più anziani, con il secondo esercito più grande dell'alleanza.


traduzione articolo da "tass.com"

MOSCA, 18 maggio. /TASS/. I paesi occidentali hanno minato la stabilità strategica in Europa e Medio Oriente e messo a repentaglio l'architettura della sicurezza nella regione Asia-Pacifico, oltre a destabilizzare la situazione mondiale in generale, ha affermato in un messaggio il segretario del Consiglio di sicurezza russo, Nikolay Patrushev di saluto agli ambasciatori stranieri che mercoledì incontreranno lo staff del Consiglio di sicurezza..........

 


Il segretario del Consiglio di sicurezza russo Nikolay Patrushev

© Alexei Nikolsky/Ufficio stampa e informazione presidenziale russo/TASS


MOSCA, 18 maggio. /TASS/. I paesi occidentali hanno minato la stabilità strategica in Europa e Medio Oriente e messo a repentaglio l'architettura della sicurezza nella regione Asia-Pacifico, oltre a destabilizzare la situazione mondiale in generale, ha affermato in un messaggio il segretario del Consiglio di sicurezza russo, Nikolay Patrushev di saluto agli ambasciatori stranieri che mercoledì incontreranno lo staff del Consiglio di sicurezza.

Patrushev ha sottolineato che in mezzo all'emergere di nuovi centri di potere il mondo stava diventando sempre più instabile a causa della riluttanza di alcuni paesi a perdere il loro dominio geopolitico. Questi paesi, ha detto Patrushev, agendo in contrasto con gli interessi degli altri hanno intenzionalmente rovinato il sistema di stabilità internazionale che aveva impiegato anni per costruire e ignorato le proposte di garanzia di sicurezza della Russia.

"Di conseguenza, la stabilità strategica è stata sconvolta in Europa e Medio Oriente e l'architettura della sicurezza nella regione Asia-Pacifico è stata messa a repentaglio. La guerra delle sanzioni contro la Russia ha fortemente destabilizzato la situazione economica in tutto il mondo. Molti paesi sono di fronte al rischio della carestia", ha detto Patrushev.

Ha ricordato che i paesi occidentali hanno interrotto unilateralmente una serie di importanti trattati internazionali, compresi quelli nel campo del controllo degli armamenti. Allo stesso tempo, sono stati promossi progetti utili a pochi eletti per creare nuovi blocchi politico-militari chiusi in varie regioni del mondo, ha aggiunto Patrushev.

"Le stesse forze stanno ostinatamente svalutando il potenziale del diritto internazionale nel tentativo di sostituirlo con una sorta di "ordine basato sulle regole", le regole di coloro che lo creano, e non dell'intera comunità mondiale", ha osservato Patrushev . Inoltre, ha sottolineato, continuano i tentativi di minare il ruolo chiave delle Nazioni Unite e di una serie di altre istituzioni multilaterali, principalmente nel campo del mantenimento della sicurezza globale e della risoluzione dei conflitti. Si politicizza l'attività delle strutture speciali e specializzate delle Nazioni Unite.

"In queste condizioni, i paesi che stanno davvero lottando per garantire la stabilità nell'interesse del mondo intero, inclusa la Russia, suggeriscono di sviluppare un'agenda unificante pacifica, sicura, aperta e basata sulla cooperazione, finalizzata in definitiva allo sviluppo socio-economico degli stati , al miglioramento del benessere dei loro popoli e alla costruzione di un'architettura unica e indivisibile della sicurezza internazionale. Tuttavia, ciò sarà difficile da raggiungere senza un'azione coordinata e concertata da parte dell'intera comunità mondiale", ha concluso Patrushev.


traduzione articolo da tass.com"

Un bar di Firenze è stato multato di € 1.000 (£ 846) dopo che un cliente si è arrabbiato per il prezzo di un'umile tazza di caffè espresso. Il cliente ha chiamato i carabinieri dopo che gli erano stati addebitati 2 euro (1,70 sterline) per il suo caffè – tra l'altro decaffeinato – alla Ditta Artigianale nel centro della città toscana........

 

Il bar Ditta Artigianale di Firenze multato di 1.000 euro
Il bar Ditta Artigianale di Firenze multato di 1.000 euro Foto: Federica Masciullo/c/o Ditta Artigianale

Un bar di Firenze è stato multato di € 1.000 (£ 846) dopo che un cliente si è arrabbiato per il prezzo di un'umile tazza di caffè espresso.

Il cliente ha chiamato i carabinieri dopo che gli erano stati addebitati 2 euro (1,70 sterline) per il suo caffè – tra l'altro decaffeinato – alla Ditta Artigianale nel centro della città toscana.

L'uomo si è lamentato del fatto che il prezzo non era visualizzato su un menu dietro il bancone. Fu questo errore a mettere in difficoltà il bar, celebre per la sua preparazione del caffè e vincitore di numerosi concorsi.

Francesco Sanapo, il titolare di Ditta Artigianale, si è sfogato sui social e ha difeso il suo caffè, che secondo lui proviene da una piccola piantagione del Messico e “viene preparato con grande cura dai miei baristi”. Ha sostenuto che il prezzo del caffè è stato visualizzato su un menu digitale.

“Mi hanno multato perché qualcuno si è offeso per aver pagato 2 euro per un caffè decaffeinato [che prevede un processo di estrazione dell'acqua]. Potete crederci?" Sanapo ha detto in un video mentre teneva in mano una lettera della polizia. “Ancora oggi qualcuno può infastidirsi così tanto da mobilitare la polizia, che trova che abbiamo torto a causa di una legge obsoleta. Questa legge deve essere cambiata perché altrimenti il ​​99,9% dei bar e dei ristoranti vi cadrebbe facilmente”.

In Italia , il costo medio di un espresso è di 1 euro, anche se più del 70% dei bar ha aumentato i prezzi all'inizio dell'anno a causa di problemi di filiera e scarsi raccolti. I gruppi di consumatori hanno avvertito che il prezzo di un espresso potrebbe salire a una media di 1,50 euro quest'anno.

Sanapo ha affermato che Ditta Artigianale – descritta su Facebook come il “primo bar italiano dedicato al caffè di qualità” – è stata alquanto “rivoluzionaria” quando ha addebitato 1,50 euro per un espresso quando il bar è stato aperto per la prima volta nel 2013. “C'è stata una reazione negativa e positiva , ma fino ad ora non ero mai stato multato”, ha detto. "Nessuno dovrebbe più scandalizzarsi di pagare 2 euro di più per un espresso", ha aggiunto, citando l'aumento del costo delle materie prime.

La sede fiorentina di Confartigianato, associazione per le piccole imprese, ha difeso l'avvocatura. “Questo è qualcosa che mi amareggia profondamente”, ha detto il suo presidente, Alessandro Vittorio Sorani. “Ci vuole molto lavoro per produrre un prodotto di qualità. La qualità paga e va a vantaggio di tutti”.

Anche alcuni clienti del bar si sono lanciati in sua difesa. "Se questo cliente andasse a Londra, coinvolgerebbe l'FBI", ha scritto uno su Facebook.


traduzione articolo di  per "theguardian.com"

Tre dipinti di titani dell'arte moderna sono stati venduti all'asta per un totale di quasi 166 milioni di dollari (134 milioni di sterline), confermando la vivacità del mercato globale. In una vendita di arte moderna da Sotheby's a New York martedì sera, un totale di oltre 408 milioni di dollari è stato pagato per opere di artisti tra cui Picasso, Monet, Cézanne, Gauguin, Magritte, Dalí e Renoir.............

 

Femme nue couchée di Pablo Picasso, 1932 in mostra da Sotheby's a Londra
Femme nue couchée di Pablo Picasso, in mostra da Sotheby's a Londra il mese scorso. Dieci opere vendute per oltre 10 milioni di dollari ciascuna in un'asta seguita da quasi 20.000 persone su Instagram. Fotografia: Tristan Fewings/Getty Images per Sotheby's

Tre dipinti di titani dell'arte moderna sono stati venduti all'asta per un totale di quasi 166 milioni di dollari (134 milioni di sterline), confermando la vivacità del mercato globale.

In una vendita di arte moderna da Sotheby's a New York martedì sera, un totale di oltre 408 milioni di dollari è stato pagato per opere di artisti tra cui Picasso, Monet, Cézanne, Gauguin, Magritte, Dalí e Renoir.

Dieci opere vendute per più di 10 milioni di dollari ciascuna in un'asta trasmessa in diretta su Instagram, che ha attirato quasi 20.000 spettatori.

Femme nue Couchée di Pablo Picasso, una rappresentazione sensuale della musa e amante dell'artista, Marie-Thérèse Walter, come una creatura marina dagli arti multipli, è stata venduta per 67,5 milioni di dollari. Fu uno dei prezzi più alti mai raggiunti per un ritratto di Walter, la cui relazione con Picasso iniziò quando aveva 17 anni.

Brooke Lampley, presidente e responsabile delle vendite globali di belle arti di Sotheby's, ha affermato che il dipinto del 1932 era “un'ode profondamente lirica al desiderio sfrenato dell'artista per Marie-Thérèse; con i suoi arti simili a pinne e infinitamente flessibili, il ritratto continua a incantare poiché cattura perfettamente la musa di Picasso come la massima espressione del suo genio”.

Altre sei opere di Picasso sono state vendute all'asta, tra cui L'Étreinte, che raffigura un uomo e una donna che si abbracciano in una camera da letto, per un prezzo di 14,1 milioni di dollari.

Il Canal Grande e Santa Maria della Salute di Claude Monet
Le Grand Canal e Santa Maria della Salute di Claude Monet sono stati venduti per 56,6 milioni di dollari. Fotografia: Amer Ghazzal/Rex/Shutterstock

Le Grand Canal et Santa Maria della Salute di Claude Monet, completata nel 1908, divenne la veduta più preziosa di Venezia dell'artista venduta all'asta quando raggiunse i 56,6 milioni di dollari. Un altro Monet, Les Arceaux de Roses, Giverny, è stato venduto per 23,3 milioni di dollari.

Dopo l'asta, Lampley ha dichiarato: "I due titani dell'arte moderna - Pablo Picasso e Claude Monet - si sono affrontati stasera come alfieri del mercato ... Entrambe le opere hanno messo in mostra gli artisti al culmine dei loro poteri, ognuno dei quali rappresenta un distinto momento di trasformazione che giocherebbe un ruolo fondamentale nella definizione delle rispettive carriere”.

La Clairière (la radura) di Paul Cézanne, che ha fruttato 41,7 milioni di dollari, è stato uno dei tre dipinti impressionisti classici venduti dal Museo d' arte di Toledo per stabilire una dotazione per finanziare acquisizioni d'arte. Gli altri erano Nu s'essuyant di Pierre-Auguste Renoir e Fleurs ou Fleurs Devant un Portrait di Henri Matisse.

Un terzo delle opere in vendita non veniva messo all'asta da almeno 20 anni. Sotheby's ha detto che i collezionisti in Asia erano attivi nelle offerte, un segno distintivo delle recenti aste di alto profilo.

Helena Newman, responsabile mondiale dell'impressionismo e dell'arte moderna di Sotheby's, ha affermato che le vendite totali dell'asta – le terze più preziose nella storia della casa d'aste – sono state “una testimonianza della costante domanda di opere classiche e moderne dell'impressionismo da parte dei nostri collezionisti globali.

"Abbiamo riscontrato prezzi elevati su tutta la linea per le opere dei giganti dell'arte moderna, da Monet e Cézanne fino a Modigliani, Matisse, Picasso, Giacometti e de Kooning, a testimonianza della continua statura di questo periodo artistico nel mercato internazionale".

Questa settimana, la seconda asta di opere moderne e contemporanee della collezione di Harry e Linda Macklowe ha realizzato un totale di 246,1 milioni di dollari. La vendita è stata ordinata da un giudice come parte dell'aspro accordo di divorzio della coppia.

La prima tranche, che è andata sotto il martello lo scorso novembre, è stata venduta per 676 milioni di dollari , portando il totale della raccolta a oltre 922 milioni di dollari.


traduzione articolo di  per "theguardian.com"