yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: 2008

video

Loading...

sabato 20 dicembre 2008

La vittoria dei Poteri Forti


Il sistema è crollato. Chi ha perso ? Chi ha guadagnato ? Questa è la domanda che tutti ci stiamo ponendo , ma che nessuno ha il coraggio di affrontare. Quello che da mesi abbiamo cercato di comunicare, era che il sistema finanziario impostato e portato avanti dalle banche, era un sistema vizioso , supportato da sistemi e strumenti finanziari fantasiosi e molto artefatti. Quando i giornalisti di RINASCITA BALCANICA e di ETLEBORO avevano posto alcuni quesiti e alcune domande al mercato finanziario, questi rispondevano che erano solo " RUMORS ", rumori espressi da personaggi che non sapevano quello che dicevano. Oggi , alla luce di quanto è successo, ci accorgiamo che le risposte date da alcune fra le banche più importanti del sistema, erano risposte di comodo o forse peggio. Il sistema è crollato e con esso, sono spariti i risparmi di una vita di milioni di piccoli investitori, che si sono trovati in un attimo privati dei loro averi usurpati da non si sa bene chi . Questo è un altro aspetto che nessuno affronta. Chi ha beneficiato di tutto questo ? Chi ha guadagnato da questa grande speculazione ? Perchè nessuno vuole affrontare questo argomento ? Perchè i midia che continuano a parlare di crisi mondiale non ha il coraggio di andare a cercare chi ha beneficiato di questa grande speculazione ? Quello che si sente dire da oltre un mese, è che tutti gli Stati devono finanziare gli Istituti Bancari , per tutelare i risparmi dei piccoli investitori. Ma se gli investitori i Loro risparmi li hanno già persi, perchè si fanno manovre per sistemare i disastri che le banche hanno fatto ? Forse, il discorso andrebbe affrontato in maniera più approfondita, e forse la Magistratura dovrebbe andare a veridicare cosa effettivamente è successo, e dove sono andati a finire tutti i soldi che sono spariti. Si perchè,da che mondo è mondo se uno perde soldi, c'è sempre chi dall'altra parte guadagna. Ecco , chi a guadagnato da questa enome speculazione ? Chi ha pilotato i grandi Istituti Bancari ? Questi sono i quesiti che qualcuno dovrebbe porsi, smettendo di annoiare e angustiare la gente con chiacchiere che non fanno altro che ceare confusione alla confusione che già esiste. Si è vero io sono un gran rompiscatole , ma lo sono perchè forse ho capito come è stato innescato questo strumento infernale e dove sono andati a finire tutti i soldi che sono stati rastrellati in maniera macchiavellica su tutte le piazze del globo.

giovedì 6 novembre 2008

E' NATA UNA NUOVA DEMOCRAZIA


Si sono appena concluse le elezioni negli Stati Uniti e come tutti speravamo, ha vinto Barak Obama ed è la prima volta che un uomo di colore prende il posto di comando alla casa bianca. Ha vinto la democrazia e forse hanno vinto tutte le persone di questo pianeta, che da anni anzi da decenni vengono usurpati della Loro dignità e vengono saccheggiati dei Loro averi dalle grandi Lobbyes mondiali. E' da ora che il cammino per Barak Obama si farà lungo e difficile e davanti a se troverà una miriade di trappole che i grandi padroni della terra gli tenderanno e se non ce la faranno, cercheranno di corrompere la Sua persona e i Suoi progetti. Se Barak Obama, non si farà intimidire o corrompere, e tutti Noi ne siamo certi, allora forse il vento cambierà e insieme al cambiamento si potrà finalmente ricreare la nuova democrazia. La prima cosa che secondo Noi Barak Obama deve fare, è quella di cominciare a ridistribuire i redditi in maniera equilibrata, ridando vigore e fiducia alla Sua gente che di riflesso ne beneficierà tutto il resto del mondo. Deve dare nuove e rigorose leggi alle Banche, deve abbassare il grande potere che le grandi Fondazioni Mondiali hanno avuto in questi anni e infine deve togliere il controllo dei mercati mondiali alle grandi Lobbyes. Obama ha un grande vantaggio rispetto ai precedenti Presidenti che si sono succeduti ad eccezione forse di J.F. Kennedy e cioè che dalla Sua parte a la gente che lo ha votato nel Suo paese e inoltre ha gran parte del mondo dalla Sua parte. Questo è un grande tesoro e un grande potere che in questo momento ha Barak Obama e di tutto questo ne deve fare tesoro. Non deve avere paura di nulla , perchè se manterrà le promesse fatte, avrà alle spalle un esercito di persone che possono fare più male di tutte le armi del mondo. Il mondo che è dalla Sua parte per contro, lo deve proteggere da tutte le insidie che troverà durante il Suo percorso e se tutti quanti faranno la Loro parte, allora vorrà veramente significare che il vento è cambiato e sarà nata veramente una nuova democrazia e sarà ridata alle persone di questa terra, la propria dignità.

domenica 6 luglio 2008

Immunità a doppia convenienza

Egregi signori e Mi rivolgo in maniera particolare ai Nostri politici e in modo particolare al Nostro ex Ministro degli Esteri Massimo D'Alema, all'ex Presidente del Consiglio Romano Prodi e direttamente a Bruxelles.
In Italia in questo momento è scoppiato un putiferio, perchè l'attuale Presidente del Consiglio ha chiesto l'Immunità per le prime cinque cariche dello Stato e davanti a questa richiesta, la Sinistra insieme ai grandi contestatori intellettuali quali Tremaglio, Beppe Grillo, Antonio Di Pietro per citare alcuni nomi, ha gridato allo scandalo, in quanto questa richiesta fatta dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, sarebbe una richiesta fatta per proprio uso in quanto questo bloccherebbe processi e indagini contro lo stesso Berlusconi.
Bene : Egregi signori se non lo sapete Vi informo che esiste un Primo Ministro di uno Stato Sovrano che da oltre quindici anni usufruisce della carica politica e Mi riferisco a Milo Djukanovic attuale Primo Ministro dello Stato del Montenegro.
Questo signore come credo Voi sappiate, è da oltre nove anni indagato per reati gravissimi che vanno dal Riciclaggio di Denaro illecito, all'Associazione a Delinquere di Stampo Mafioso.
Il signor Milo Djukanovic, si è presentato in Bari davanti al Procuratore Scelsi per rispondere dei reati sopra indicati e lo ha fatto, dopo essere stato investito della carica di Primo Ministro e cioè accompagnato dall'immunità.
Eppure non ho letto da nessuna parte e in nessun giornale contestare questo fatto, anzi Mi risulta che Milo Djukanovic sia persona molto apprezzata presso la Comunità Europea e negli ambienti politici Italiani di sinistra, nessuno abbia mai fatto eccezione di tutto questo.
Per la sinistra MiloDjukanovic era mafioso solo nel 2001, quando un Ministro del Governo D'Alema identificò Milo Djukanovic quale il vero Boss della Cupola Mafiosa e Mi riferisco all'ex Ministro Ottaviano Del Turco.
Io credo che se un principio deve valere, allora deve valere per tutti e non solo quando questo principio viene usato per fini personali o di parte.

sabato 26 aprile 2008

Lettera aperta alla Societe Generale


Questa Mia lettera rivolta ai vertici della Societe Generale, vuole essere una lettera chiara e trasparente, al fine di poter arrivare ad una conclusione definitiva relativa all'ormai famoso contenzioso che è in essere da altre 10 anni fra lo scrivente ORIANO MATTEI da una parte e lo STATO del MONTENEGRO insieme alla PODGORICKA BANKA GRUPPO SOCIETE GENERALE.
Insieme al Mio Avvocato Rinaldo Maderni, abbiamo presentato a Voi i documenti che nonostante svariate comunicazioni sia al Ministero degli Esteri del Montenegro, sia al Ministero delle Finanze del Montenegro e infine alla Podgoricka Banka, non abbiamo ricevuto nessuna risposta in merito e la controparte citata, si è chiusa nel più stretto riserbo.
Noi crediamo che questo atteggiamento alquanto discutibile da parte di una Istituzione Ufficiale che rappresenta uno Stato Sovrano, dovrebbe affrontare certe questioni che li riguardano e li conivongono direttamente, ed è proprio per questo che ci siamo rivolti a Voi, per ottenere una risposta netta e definitiva.
Questa situazione ripeto , si è incancrenita e rischia ulteriormente di incancrenirsi. Oltre a questo, c'è il rischio quotidiano che personaggi più o meno importanti, si insinuino costantemente in questa vicenda per scopi personali o per scopi politici.
Innanzitutto, l'unica persona AUTORIZZATA UFFICIALMENTE dal sottoscritto è l'Avvocato Notaio Rinaldo Maderni, ed è l'unico che può prendere decisioni insieme allo scrivente su come procedere e come decidere. Tutto il resto, non vale nulla in quanto nessuno è autorizzato e chi lo fa, lo fa su sua iniziativa personale assumendosi fin da ora tutte le responsabilità.
Questo caso, è stato più volte manipolato e tentato di inserire in altre questioni che per quello che Mi riguarda e per la Mia conoscenza, io non ne conosco la verità. Una su tutte : il caso TELEKOM SERBIA.
Pertanto questa Mia comunicazione che faccio a Voi, è anche rivolta alle persone che più o meno sono coinvolte o sono state coinvolte nel passato e Mi riferisco in special modo al Premier Milo Djukanovic, al Governo del Montenegro, alla responsabile per i rapporti con l'area Balcanica Doria Pack, alla signora Dusanka Jeknic, al signo Predrag Goranovic, al signor Giancarlo Sironi, al signor Carlo Bozzola, all'Avvocato Luciano Sampietro, all'Avvocato Andres Baumgartner, all'Avvocato Burkard Wolf.
Ora restiamo in attesa di ricevere da Voi come già sopra scritto, una risposta definitiva in modo da chiudere quella lunga e oramai allucinante vicenda.

giovedì 21 febbraio 2008


Egregio signor Ratko Knezevic,
non Mi risponda in inglese, perchè l'ultima volta che ci siamo incontrati nell'anno 1997 e precisamente presso l'Hotel Principe di Savoia, alla presenza dell'allora Ministro delle Finanze Predrag Goranovic, del signor Giancarlo Sironi il quale aveva Lui organizzato l'incontro insieme al signor Dado Asanovic, mentre la signora Dusanka Jeknic si guardava bene dall'essere presente ( già Lei organizzava insieme al Sironi quello squallido incontro allo scopo di intimidirmi con MINACCE e PRESSIONI ) Lei si esprimeva con un perfetto Italiano sorseggiando dell'ottimo champagne.
Era Lei in quella circostanza che con grande spavalderia, rappresentava le sorti del Montenegro che riguardavano la Mia vicenda.
Era sempre Lei che nonostante il signor Predrag Goranovic si fosse presentato per addivenire ad un accordo bonario, Lei invece con tono e modi alquanto illeciti e poco ortodossi, tuonava e minacciava la Mia persona e la Mia famiglia, nel caso in cui avessi continuato nel pretendere quello che era Mio.
Era Lei che in quel momento parlava in nome e per conto del Governo del Montenegro e in particolar modo in nome e per conto di Milo Djukanovic.
Era sempre Lei che nel 2001, rappresentava il Governo del Montenegro e la Podgoricka Banka nell'accordo di chiudere il contenzioso presso il Tribunale di Zurigo e precisamente presso lo Studio dell'allora Avvocato Andreas Baumgartner difensore del Governo del Montenegro e della Podgoricka Banka, accordo che non fu mai rispettato e cn l'ASTUZIA e con l'INGANNO Vi appropriavate momentaneamente della Mia Garanzia creditoria nei confronti dello stesso Governo del Montenegro e nei confronti dell'avallante Podgoricka Banka ( si metta in contatto con l'avvocato Baumgartner e vedrà che ci sono lettere le quali dichiarano quanto scritto da Me ). Ora Lei parla di non usare il Suo nome, altrimenti attiverà i Suoi legali. La invito a farlo e la invito anche a dire ai Suoi avvocati quanto realmente successe in quegli anni, anche perchè alle Mie parole seguono documenti VERI e CERTI. Pertanto, caro signor Ratko Knezevic, non si rivolga più a Me con questi toni e con missive come al solito che servono sempre ed unicamente a far si che ci si dimentichi del passato e dei vari ruoli che avete avuto in questa vicenda. Quando Lei vuole seriamente avere un confronto diretto con avvocati e documenti alla mano, sappia che io sono a completa disposizione, ma smettiamo di scrivere frasi senza senso ed ognuno di Noi si presenti per quello che è e per quello che è stato.