yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: DEUTSCHE BANK..... I capitani del Dax pronti a fare la loro parte, secondo Handelsblatt, per salvare Deutsche Bank . Il quotidiano scrive che i vertici della grande industria tedesca si sono incontrati per mettere a punto un piano di sostegno alla banca di Francoforte in caso di aumento di capitale. E aggiunge che il progetto coinvolge anche governo e ministero delle Finanze, che potrebbero chiaramente avere un ruolo di pivot per salvare la banca e le stesse sorti dell'esecutivo Merkel. Intanto il titolo ha aperto in rialzo allo Xetra, scambia a 12,21 euro (+1,45% alle ore 10:00), ben lontano da quei nove euro registrati nei giorni scorsi che hanno stabilito il nuovo minimo storico della banca tedesca.....

video

Loading...

venerdì 7 ottobre 2016

DEUTSCHE BANK..... I capitani del Dax pronti a fare la loro parte, secondo Handelsblatt, per salvare Deutsche Bank . Il quotidiano scrive che i vertici della grande industria tedesca si sono incontrati per mettere a punto un piano di sostegno alla banca di Francoforte in caso di aumento di capitale. E aggiunge che il progetto coinvolge anche governo e ministero delle Finanze, che potrebbero chiaramente avere un ruolo di pivot per salvare la banca e le stesse sorti dell'esecutivo Merkel. Intanto il titolo ha aperto in rialzo allo Xetra, scambia a 12,21 euro (+1,45% alle ore 10:00), ben lontano da quei nove euro registrati nei giorni scorsi che hanno stabilito il nuovo minimo storico della banca tedesca.....

 I capitani del Dax pronti a fare la loro parte, secondo Handelsblatt, per salvare Deutsche Bank . Il quotidiano scrive che i vertici della grande industria tedesca si sono incontrati per mettere a punto un piano di sostegno alla banca di Francoforte in caso di aumento di capitale. E aggiunge che il progetto coinvolge anche governo e ministero delle Finanze, che potrebbero chiaramente avere un ruolo di pivot per salvare la banca e le stesse sorti dell'esecutivo Merkel.
Intanto il titolo ha aperto in rialzo allo Xetra, scambia a 12,21 euro (+1,45% alle ore 10:00), ben lontano da quei nove euro registrati nei giorni scorsi che hanno stabilito il nuovo minimo storico della banca tedesca.


La motivazione sta nel fatto che Deutsche Bank ha ricevuto una multa colossale da 14 miliardi di dollari (e non è la sola pendente) dal ministero di Giustizia americano in relazione ai mutui-subprime del 2008 e i vertici della banca, oltre che del governo Merkel, sono in colloquio negli Usa in questi giorni per cercare di transare quanto più al ribasso. Deutsche Bank ha accantonato in bilancio 5,5 miliardi di dollari a questo proposito, ma potrebbero non bastare e costringere l’istituto di credito ad un forte aumento di capitale.
Nel frattempo l’agenzia Bloomberg, riprendendo la notizia di Handelsblatt, aggiunge che investment bank americane stanno tenendo colloqui informali con rappresentanti di Deutsche Bank per sondare due opzioni, la sottoscrizione di un pacchetto di azioni di circa 5 miliardi di euro (questo lo scrivono anche i tedeschi) e l’eventuale cessione di asset.


Cinque miliardi rappresenta la quantità massima di azioni che la banca può collocare senza richiedere l’approvazione degli azionisti. Se fosse necessaria una cifra maggiore, i manager dovrebbero rivolgersi ai soci. Bloomberg ha stimato, in base a casi precedenti, che la multa sui mutui-subprime potrebbe aggirarsi fra 4 e 8 miliardi di dollari.
Questa mattina il sito del Financial Times ha scritto che Deutsche Bank è al lavoro per quotare la sua gallina dalle uova d’oro, l’asset management. Al momento i vertici di Francoforte non hanno ancora deciso quale percentuale trasformare in flottante. L’operazione, secondo diverse fonti contattate dal quotidiano britannico, dovrebbe aver luogo nella prima metà del 2017.


L’asset management, ricorda il FT, ha 719 miliardi di euro di asset in gestione e, secondo gli analisti, vale attorno a 8 miliardi di euro. John Cryan, amministratore delegato di Deutsche Bank, dovrebbe incontrare i rappresentanti del ministero di Giustizia oggi, secondo fonti del quotidiano inglese. Il manager è a Washington assieme a molti esponenti della finanza mondiale per il meeting annuale del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale. La stessa fonte ha poi aggiunto che è improbabile che la banca trovi oggi un accordo definitivo con i giudici americani.


di Elena Dal Maso per "milanofinanza.it"

Nessun commento: