yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: CICCIOLINA LA GRANDE PORNOSTAR..... “Godiamo tutti insieme e se siamo soli godiamo tra di noi". Gemiti: "Viva la masturbazione cicciolini miei, il piacere è bello anche da soli". Quarant'anni fa, da Neil Armstrong dell' etere, Ilona Staller preparava dalle frequenze di Radio Luna la conquista degli italiani. Oggi che ne compie 65 e posa di bianco vestita - l'immancabile corona di fiori in testa - per Cicciolina, l'arte dello scandalo, il documentario di Alessandro Melazzini in onda questa sera alle 23 su Sky Arte e in simulcast su Cielo, di quello sbarco sono rimaste voci dal passato e filmati in Super 8.......

video

Loading...

sabato 26 novembre 2016

CICCIOLINA LA GRANDE PORNOSTAR..... “Godiamo tutti insieme e se siamo soli godiamo tra di noi". Gemiti: "Viva la masturbazione cicciolini miei, il piacere è bello anche da soli". Quarant'anni fa, da Neil Armstrong dell' etere, Ilona Staller preparava dalle frequenze di Radio Luna la conquista degli italiani. Oggi che ne compie 65 e posa di bianco vestita - l'immancabile corona di fiori in testa - per Cicciolina, l'arte dello scandalo, il documentario di Alessandro Melazzini in onda questa sera alle 23 su Sky Arte e in simulcast su Cielo, di quello sbarco sono rimaste voci dal passato e filmati in Super 8.......





L’ARTE DELLO SCANDALO - MELAZZINI
CICCIOLINA DA COSTANZO
CICCIOLINA E IL RICORDO DI PANNELLA
CICCIOLINA AL PARLAMENTO
CICCIOLINA PIU’ SU SEMPRE PIU’ SU
Malcom Pagani per il Fatto Quotidiano – Estratto
cicciolina su gqCICCIOLINA SU GQ

“Godiamo tutti insieme e se siamo soli godiamo tra di noi".
Gemiti: "Viva la masturbazione cicciolini miei, il piacere è bello anche da soli". Quarant'anni fa, da Neil Armstrong dell' etere, Ilona Staller preparava dalle frequenze di Radio Luna la conquista degli italiani.

Oggi che ne compie 65 e posa di bianco vestita - l'immancabile corona di fiori in testa - per Cicciolina, l'arte dello scandalo, il documentario di Alessandro Melazzini in onda questa sera alle 23 su Sky Arte e in simulcast su Cielo, di quello sbarco sono rimaste voci dal passato e filmati in Super 8.

cicciolina e naomi per robert cavalliCICCIOLINA E NAOMI PER ROBERT CAVALLI
La targa sgranata dei primi concorsi dell'epoca: "Alghero 1973, un volto per il cinema europeo". La presentazione televisiva di Enzo Biagi in un bianco e nero d' epoca: "La signorina Staller è una specie di Callas del sesso, ha una voce inconfondibile e molto apprezzata da un grande numero di estimatori". I dialoghi sublimi tra loro, surreali, quasi blasfemi. "Mi sento una piccola missionaria dell' amore", dice lei. E lui, pronto a lanciare l'rvm: "Abbiamo un piccolo campionario della predica".

cicciolina su gqCICCIOLINA SU GQ 
Che fosse assistente sociale, infermiera, psicanalista, pornostar, parlamentare della Repubblica nelle file radicali: "Cicciolini, votatemi" o addirittura spia del Kgb dagli azzurrissimi occhi all' Hotel Intercontinental di Budapest, Ilona Staller - come dice Filippo Ceccarelli nel film di Melazzini: "Rivelava qualcosa che era già avvenuto, ma grazie a lei veniva alla luce".

Devastatrice di inibizioni a cui il cinema anche colto degli anni Settanta - tra un pretore sessuofobo e l' altro - aveva già pagato un salato tributo a mezzo di tagli e di censure, Cicciolina girò il proprio film lasciando l' Ungheria per Milano dopo aver sposato e in tutta fretta lasciato Salvatore, agente di commercio calabrese, così lontano dalle copertine, dalle prime pagine e da quello che la stessa Elena Anna poi diventata Ilona definì: "Lo spostamento del comune senso del pudore in Italia".
cicciolina su gqCICCIOLINA SU GQ 

Lei ne era il motore e ristabilendo di giorno in giorno il limite del confine, anche il manifesto vivente.
Chi la venerava - più camionisti che intellettuali - l' avrebbe seguita ovunque.
Chi la vedeva come il demonio la malediceva augurandole la fine di Giordano Bruno. L' Ilona andava da Costanzo e al posto della Bontà loro, sotto il cucù, trovava detrattori ringhianti, ospiti ostili e pubblici anatemi di siciliani tutti d' un pezzo: "Lei mi disgusta". Cicciolina non litigava mai, rispondeva con timbro flautato alle contestazioni e spesso sorrideva.

Non opponeva resistenza neanche quando - e capitava spesso con corollario di denunce e indignazione - carabinieri e poliziotti intervenivano per sedare gli slanci tattili dei fan e trascinarla via dal palco.

Dai film con Lattuada al primo nudo in pubblico, il passo fu breve. L'incontro con Riccardo Schicchi fece il resto e allora - sull' onda della nascente Diva futura - la vedemmo ai Mondiali, tra le carni bollenti e le banane al cioccolato. A Cicciolina sembrava uno scherzo. Non si vergognava di niente. Andava in tv con i peluche e mostrava il seno. Era l' allegoria, il pitone in giardino, il leone al guinzaglio, una promessa di Adamo ed Eva senza punizione. Cicciolina, sosteneva Fellini: "Ha una sessualità mitologica e non spaventa".
PORN TO BE FREE CICCIOLINA SCHICCHIPORN TO BE FREE CICCIOLINA SCHICCHI

PORN TO BE FREE CICCIOLINAPORN TO BE FREE CICCIOLINA
Provocava incidenti stradali passeggiando sui cavalcavia senza mutande: "Vestirmi non mi piaceva tanto" perché giura Ivo Germano: "Metteva in moto l' ormone e faceva girare il mondo".

CICCIOLINA E PIPPO BAUDOCICCIOLINA E PIPPO BAUDO
Arrivò anche a Montecitorio, tra ali di folla ed entusiasmo, nel 1987. "In realtà - dice oggi a Melazzini lo storico segretario radicale Gianfranco Spadaccia - non avevamo alcuna intenzione di candidarla, ma il partito era a un bivio, rischiava la chiusura e Cicciolina iscrivendosi ci diede una vera mano a implementare il tesseramento".

………….

CICCIOLINA PANNELLACICCIOLINA PANNELLA

Nessun commento: