yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: ERDOGAN I KAIMANO TURCO INVASO DI POTERE DIVINO CONTINUA LA SUA PURGA IN TERRITORIO TURCO CONTRO I SUOI NEMICI.... ISTANBUL - Dopo gli arresti ieri di nove deputati, tra cui i leader Selahattin Demirtas e Figen Yuksekdag (vedi suggeriti), la polizia antiterrorismo turca ha fermato stamani nella provincia meridionale di Adana altri nove esponenti del partito filocurdo Hdp, terza forza in parlamento....

video

Loading...

sabato 5 novembre 2016

ERDOGAN I KAIMANO TURCO INVASO DI POTERE DIVINO CONTINUA LA SUA PURGA IN TERRITORIO TURCO CONTRO I SUOI NEMICI.... ISTANBUL - Dopo gli arresti ieri di nove deputati, tra cui i leader Selahattin Demirtas e Figen Yuksekdag (vedi suggeriti), la polizia antiterrorismo turca ha fermato stamani nella provincia meridionale di Adana altri nove esponenti del partito filocurdo Hdp, terza forza in parlamento....

ISTANBUL - Dopo gli arresti ieri di nove deputati, tra cui i leader Selahattin Demirtas e Figen Yuksekdag (vedi suggeriti), la polizia antiterrorismo turca ha fermato stamani nella provincia meridionale di Adana altri nove esponenti del partito filocurdo Hdp, terza forza in parlamento.
Lo riferiscono media turchi, secondo cui tra i detenuti c'è anche il responsabile locale, Huseyin Beyaz. Le accuse nei loro confronti non sono ancora state rese note, ma si tratta probabilmente di sospetti legami con il Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk).
Convalidati arresti 9 giornalisti Cumhuriyet
Un tribunale di Istanbul ha convalidato l'arresto di nove giornalisti e amministratori del quotidiano turco di opposizione laica Cumhuriyet, compreso il direttore Murat Sabuncu, fermati lunedì con accuse di sostegno alla presunta rete golpista di Fethullah Gulen e al Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk). Lo riporta l'Anadolu. Tra gli arrestati anche il vignettista Musa Kart, e il noto editorialista Kadri Gursel. L'operazione contro Cumhuriyet, simbolo della stampa di opposizione al presidente Recep Tayyip Erdogan, ha suscitato proteste in Turchia e allarmi a livello internazionale.
Ankara ordina blocco servizi Vpn anti-censura
Dopo il blocco di siti web, social network e app di messaggistica, la Turchia cerca anche di vietare le reti Vpn, utilizzate spesso dagli utenti per aggirare la censura su internet. Secondo media locali, l'Autorità statale per le comunicazioni e le tecnologie informatiche (Btk) ha inviato a diversi operatori del settore un ordine di blocco dei servizi Vpn.
Rimasti completamente bloccati nelle prime ore di ieri, dopo i blitz contro i deputati curdi, in Turchia i social network come Facebook e Twitter e le app di messaggistica come Whatsapp hanno ripreso a funzionare, ma risultano ancora pesantemente rallentate.
da "corrieredelticino.ch"

Nessun commento: