yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: «Bello Figo? Se proprio ci tiene a fare conoscere il suo messaggio venga in Consiglio Comunale. Ma niente concerto, troppo pericoloso». L’altolà al rapper più controverso del momento, autore di tormentoni da milioni di visualizzazioni come «Non pago affitto», arriva da Alessandro Beduschi, sindaco di Borgo Virgilio, in provincia di Mantova, che ieri ha detto «no» all’esibizione dell’artista italo-ghanese alla festa di Capodanno organizzata da una società privata al Palazzetto dello sport comunale di Cerese, una delle frazioni del paese. Una decisione presa dopo le minacce di morte arrivate agli organizzatori da gruppi di estrema destra. Ma c’è dell’altro.......

video

Loading...

martedì 27 dicembre 2016

«Bello Figo? Se proprio ci tiene a fare conoscere il suo messaggio venga in Consiglio Comunale. Ma niente concerto, troppo pericoloso». L’altolà al rapper più controverso del momento, autore di tormentoni da milioni di visualizzazioni come «Non pago affitto», arriva da Alessandro Beduschi, sindaco di Borgo Virgilio, in provincia di Mantova, che ieri ha detto «no» all’esibizione dell’artista italo-ghanese alla festa di Capodanno organizzata da una società privata al Palazzetto dello sport comunale di Cerese, una delle frazioni del paese. Una decisione presa dopo le minacce di morte arrivate agli organizzatori da gruppi di estrema destra. Ma c’è dell’altro.......



BELLO FIGOBELLO FIGO 
«Bello Figo? Se proprio ci tiene a fare conoscere il suo messaggio venga in Consiglio Comunale. Ma niente concerto, troppo pericoloso». L’altolà al rapper più controverso del momento, autore di tormentoni da milioni di visualizzazioni come «Non pago affitto», arriva da Alessandro Beduschi, sindaco di Borgo Virgilio, in provincia di Mantova, che ieri ha detto «no» all’esibizione dell’artista italo-ghanese alla festa di Capodanno organizzata da una società privata al Palazzetto dello sport comunale di Cerese, una delle frazioni del paese. Una decisione presa dopo le minacce di morte arrivate agli organizzatori da gruppi di estrema destra. Ma c’è dell’altro.
BELLO FIGOBELLO FIGO

«Voglio innanzitutto tutelare l’ordine e la sicurezza — spiega Beduschi —, però non c’è soltanto questo. Gli organizzatori hanno tradito le regole d’ingaggio, perché non mi hanno detto subito che avrebbero invitato il rapper, la cui esibizione è stata annullata per motivi di sicurezza anche a Brescia. La sua presenza crea tensione e non è ciò che vogliamo per una festa di ragazzi dai 14 ai 18 anni».

bello figo referendum costituzionale 6BELLO FIGO REFERENDUM COSTITUZIONALE 6
Il sindaco non ha paura soltanto delle minacce, prese però sul serio dai molti genitori che nei giorni scorsi gli hanno telefonato preoccupati. Teme anche che le provocazioni di Paul Yeboah, parmense, in arte Bello Figo, che con il suo trash rap non le manda a dire ai politici e sbeffeggia gli stereotipi degli italiani sugli immigrati senza lesinare parolacce, siano un po’ troppo forti per ragazzi così giovani.

bello figo referendum costituzionale 5BELLO FIGO REFERENDUM COSTITUZIONALE 5
Eppure sarebbero stati proprio loro a chiedere agli organizzatori di Bye Bye School di invitarlo: «Abbiamo fatto un sondaggio tra gli studenti per conoscere il loro ospite ideale per Capodanno e Bello Figo era tra i più richiesti — racconta Elia Piroli —, quindi lo abbiamo ingaggiato per un’ospitata».

Un paio di brani e qualche foto che hanno mandato in visibilio i giovani fan e infiammato gli animi di alcuni appartenenti a gruppi di estrema destra: sulla pagina Facebook ufficiale dell’evento si sono scatenati, minacciando, oltre che di uccidere gli organizzatori, di incendiare il palazzetto. Con la gente dentro.
bello figo referendum costituzionale 2BELLO FIGO REFERENDUM COSTITUZIONALE 2

Toni violenti anche sulla pagina del comitato apartitico Mantova ai Virgiliani: «Vieni a Mantova, ti assicuro che prima di andare a casa un giretto al pronto soccorso lo fai perché ti riempiamo di bastonate a volontà», scrive un membro del gruppo. «Un pezzo di legno e giù botte, torna in Africa negro», gli fa eco un altro.

Dopo le polemiche, sembrava che gli organizzatori rinunciassero alla presenza del rapper, ma lo stesso Yeboah, che non rilascia dichiarazioni perché «molto amareggiato» per quanto successo, li ha rassicurati. «È già stato minacciato altre volte e non è mai successo niente. Oggi incontreremo il sindaco, poi decideremo cosa fare — conclude Piroli —. Forse valuteremo di spostare la festa da un’altra parte».


Sabrina Pinardi per www.corriere.it
bello figo referendum costituzionale 1BELLO FIGO REFERENDUM COSTITUZIONALE 1


Nessun commento: