yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: DACCA - Una donna ed un ragazzo, entrambi parenti di responsabili del movimento clandestino Jama'atul Mujahideen Bangladesh(Jmb), si sono fatti esplodere oggi a Dacca durante un'operazione della polizia antiterrorismo. Lo ha reso noto il portale di notizie BdNews24. Secondo un portavoce della Polizia metropolitana della capitale(Dmp), gli agenti hanno circondato un edificio nel quartiere di Ashkona dentro cui era stato segnalato un gruppo di persone sospette che avevano con se armi ed esplosivi.......

video

Loading...

sabato 24 dicembre 2016

DACCA - Una donna ed un ragazzo, entrambi parenti di responsabili del movimento clandestino Jama'atul Mujahideen Bangladesh(Jmb), si sono fatti esplodere oggi a Dacca durante un'operazione della polizia antiterrorismo. Lo ha reso noto il portale di notizie BdNews24. Secondo un portavoce della Polizia metropolitana della capitale(Dmp), gli agenti hanno circondato un edificio nel quartiere di Ashkona dentro cui era stato segnalato un gruppo di persone sospette che avevano con se armi ed esplosivi.......

Keystone
DACCA - Una donna ed un ragazzo, entrambi parenti di responsabili del movimento clandestino Jama'atul Mujahideen Bangladesh(Jmb), si sono fatti esplodere oggi a Dacca durante un'operazione della polizia antiterrorismo. Lo ha reso noto il portale di notizie BdNews24.
Secondo un portavoce della Polizia metropolitana della capitale(Dmp), gli agenti hanno circondato un edificio nel quartiere di Ashkona dentro cui era stato segnalato un gruppo di persone sospette che avevano con se armi ed esplosivi.
Ore dopo l'inizio dell'assedio sono uscite due donne che si sono arrese insieme a due bambini ma che hanno avvertito che altre persone si trovavano negli appartamenti decise a resistere.
All'inizio del pomeriggio una donna, che indossava un burkha, è uscita dal palazzo insieme ad un bambino ed ha all'improvviso attivato l'esplosivo che portava indosso nel parcheggio, morendo sul colpo, mentre il piccolo è ricoverato con gravi ferite in ospedale. La polizia ha appurato che si trattava della moglie di un militante del Jmb di nome 'Sumon'.
Più tardi gli agenti si sono avvicinati all'edificio lanciando gas lacrimogeno, ma sono stati ricevuti con colpi d'arma da fuoco e con un'esplosione causata dal suicidio di un minorenne, che pure aveva esplosivo indosso, e che era il figlio del defunto leader del Jmb, Tanvir Qaderi.
da "corrieredelticino.ch"

Nessun commento: