yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: MARIA ELENA BOSCHI LA VERA PADRONA DEL NUOVO VECCHIO GOVERNO GENTILONI..... MARIA ‘ETRURIA’ BOSCHI HA GIÀ STREGATO GENTILONI CHE NON SI È PORTATO NEPPURE LA FEDELISSIMA LORENZA BONACCORSI - HA FATTO CONFERMARE COME SEGRETARIO GENERALE AQUILANTI E HA INSEDIATO L'EX GENERO DI DE MITA, CRISTIANO CERESANI – HA FATTO SLOGGIARE LA VIGILESSA MANZIONE E ORA, PURCHÉ NON SI PARLI PIÙ DI BANCA ETRURIA, PRONTA AD AFFOSSARE LE BANCHE POPOLARI.......

video

Loading...

sabato 31 dicembre 2016

MARIA ELENA BOSCHI LA VERA PADRONA DEL NUOVO VECCHIO GOVERNO GENTILONI..... MARIA ‘ETRURIA’ BOSCHI HA GIÀ STREGATO GENTILONI CHE NON SI È PORTATO NEPPURE LA FEDELISSIMA LORENZA BONACCORSI - HA FATTO CONFERMARE COME SEGRETARIO GENERALE AQUILANTI E HA INSEDIATO L'EX GENERO DI DE MITA, CRISTIANO CERESANI – HA FATTO SLOGGIARE LA VIGILESSA MANZIONE E ORA, PURCHÉ NON SI PARLI PIÙ DI BANCA ETRURIA, PRONTA AD AFFOSSARE LE BANCHE POPOLARI.......


maria elena boschi gentiloni renziMARIA ELENA BOSCHI GENTILONI RENZI
Luigi Bisignani per “Il Tempo”

Maria Elena Boschi, il petalo più profumato del fu giglio magico, deve avere davvero   qualcosa di magico.  Conquistato il centro più nevralgico del potere come Sottosegretario alla Presidenza ha gia stregato tutti. Con quel volto da Madonnina svelata si ispira al più autorevole dei suoi predecessori, Gianni Letta, che tutto leggeva e tutto sapeva.

boschi e gentiloniBOSCHI E GENTILONI
Nell'ultimo Consiglio dei Ministri ha messo subito sotto il tacco lo stesso Presidente il quale candidamente ha tentato di dire che l'aveva scelta lui, l'austero ma debole Ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan e le inadeguate Banca d'Italia e Consob. E lo ha fatto su un terreno scivoloso, quello delle banche popolari impedendo che nel decreto mille proroghe venisse posta  una norma che spostava di qualche mese ,come richiesto da tutti, le assemblee per le trasformazioni in spa.

Antonella Manzione LibroANTONELLA MANZIONE LIBRO
Il solo parlare di Popolari avrebbe richiamato il disastro di Banca Etruria in cui e' rimasto impigliato il suo papà e dal quale lei stessa e' riuscita a divincolarsi. Maria Etruria, come l'ha soprannominata perfidamente il geniale Dagospia, in poche mosse ha dato scacco a Gentiloni che non si è portato neppure la fedelissima Lorenza Bonaccorsi. Una manovra a tenaglia favorita dal piccolo inciampo giudiziario di Luca Lotti.

Come  Segretario  Generale ha fatto confermare il suo Paolo Aquilanti, proveniente  dal Senato, che era gia' riuscito ad imporre a Renzi dopo il breve regno di Mauro Bonaretti. E insediando a Palazzo Chigi in un posto chiave Cristiano Ceresani, conoscitore  di tutti i segreti nei bilanci e nei disavanzi di Montecitorio, che si è abbeverato in passato a Ciriaco De Mita quando ne e' stato genero per poi diventare funzionale nelle varie trasformazioni dell'ex PCI.

lorenza bonaccorsiLORENZA BONACCORSI
Ma per conquistare definitivamente il Palazzo la Boschi punta a far sloggiare verso il Consiglio di Stato la sua 'nemica amatissima' Antonella Manzione, la vigilessa, dall'ufficio legislativo. Per quell'incarico, nome in codice , ha già pronto un candidato, Roberto Cerreto, ombra di Enrico Letta, ds per tutte le stagioni, e suo ex capo di gabinetto. Al PD invece sa di non avere problemi perché in una stanza c'è il Segretario Matteo Renzi e in quella vicina il suo ex fidanzato storico e confidente Francesco Bonifazi. Per la Madonnina Boschi una strada di nuovo in discesa? Fino a che Gentiloni lascerà fare. Cioè sempre.

Nessun commento: