yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: MONTE PASCHI DI SIENA....... Il Monte dei Paschi di Siena si appresta a tornare in tempi brevissimi a fare provvista sul mercato, sfruttando la garanzia concessa dallo Stato e dunque il rating della Repubblica Italiana, e ricostituire la liquidità, che con la fuga dei depositi innescata dalle difficoltà del piano di ricapitalizzazione, è scesa drasticamente negli ultimi mesi. Al 21 dicembre, secondo l’istituto, quella disponibile a un mese era scesa a soli 7,7 miliardi di euro. L’obiettivo della banca senese è di recuperare entro l’anno almeno 15 miliardi, per riportare i mezzi liquidi al livello di fine 2015, e rassicurare così la rete e i depositanti. Il ritorno del Monte Paschi sul mercato, da cui è assente da lunghissimo tempo per via di un merito di credito molto basso, dovrebbe avvenire nei primi giorni del prossimo anno. .......

video

Loading...

sabato 31 dicembre 2016

MONTE PASCHI DI SIENA....... Il Monte dei Paschi di Siena si appresta a tornare in tempi brevissimi a fare provvista sul mercato, sfruttando la garanzia concessa dallo Stato e dunque il rating della Repubblica Italiana, e ricostituire la liquidità, che con la fuga dei depositi innescata dalle difficoltà del piano di ricapitalizzazione, è scesa drasticamente negli ultimi mesi. Al 21 dicembre, secondo l’istituto, quella disponibile a un mese era scesa a soli 7,7 miliardi di euro. L’obiettivo della banca senese è di recuperare entro l’anno almeno 15 miliardi, per riportare i mezzi liquidi al livello di fine 2015, e rassicurare così la rete e i depositanti. Il ritorno del Monte Paschi sul mercato, da cui è assente da lunghissimo tempo per via di un merito di credito molto basso, dovrebbe avvenire nei primi giorni del prossimo anno. .......

Il Monte dei Paschi di Siena si appresta a tornare in tempi brevissimi a fare provvista sul mercato, sfruttando la garanzia concessa dallo Stato e dunque il rating della Repubblica Italiana, e ricostituire la liquidità, che con la fuga dei depositi innescata dalle difficoltà del piano di ricapitalizzazione, è scesa drasticamente negli ultimi mesi. Al 21 dicembre, secondo l’istituto, quella disponibile a un mese era scesa a soli 7,7 miliardi di euro. L’obiettivo della banca senese è di recuperare entro l’anno almeno 15 miliardi, per riportare i mezzi liquidi al livello di fine 2015, e rassicurare così la rete e i depositanti. Il ritorno del Monte Paschi sul mercato, da cui è assente da lunghissimo tempo per via di un merito di credito molto basso, dovrebbe avvenire nei primi giorni del prossimo anno. 
Il piano in cda
Già oggi il progetto sarà discusso dal Consiglio di amministrazione dell’istituto,, anche se ci vorrà ancora qualche giorno prima delle delibere. L’autorizzazione della garanzia pubblica per le nuove emissioni del Monte, richiesta dal governo alla Commissione Ue, è arrivata ieri pomeriggio, insieme al via libera all’estensione fino a giugno dello schema generale della garanzia pubblica sulla liquidità delle banche prevista dal decreto di Natale. La copertura pubblica sulle emissioni Mps è stata notificata ed autorizzata separatamente, come prevedono le regole Ue, perché l’istituto soffre di una carenza di capitale acclarata degli stress test
Garanzia onerosa
La garanzia è a titolo oneroso per gli istituti che dovessero richiederla (nel 2017 scadono obbligazioni bancarie per 112 miliardi, da rinnovare per mantenere la liquidità del sistema sui livelli attuali), può essere concessa su strumenti di debito a tasso fisso e non subordinati nel rimborso. I titoli garantiti potranno essere utilizzati dagli istituti come collaterale per ottenere la liquidità della Bce. 
Gentiloni: la Bce collabori
Sul caso Mps è tornato ieri anche il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, confermando lo stupore per la decisione della Bce di chiedere un aumento di capitale da 8,8 miliardi, di cui 6,6 a carico dello Stato, ha spiegato ieri Bankitalia, per portare il coefficiente patrimoniale all’11,5%. «È stata una notizia ex-abrupto, e non è una vicenda che si può risolvere solo con delle comunicazioni. Contiamo sulla collaborazione più costruttiva possibile: nelle prossime settimane - ha detto Gentiloni - terremo il punto. È importante che ci siano valutazioni condivise».


di Mario Sensismi per "corrieredellasera.it"

Nessun commento: