yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: 2017

video

Loading...

mercoledì 26 aprile 2017

1. «Sono deluso e arrabbiato. A 44 anni dalla strage che ha provocato la morte dei miei fratelli, ci sono ancora procedimenti aperti. Non c’è una sentenza definitiva che individui i mandanti.... - 2. Così dice Giampaolo Mattei al settimanale OGGI dopo la scoperta che Lollo («Fu lui a versare benzina sotto la nostra porta») firma articoli per un sito registrato a nome di Alessandro Bianchi, stretto collaboratore di Alessandro Di Battista. «Alessandro Di Battista mi ha telefonato, scusandosi. Mi ha detto che Bianchi “è un ragazzo”. Che non sapeva del passato di Achille Lollo. Che lui non sapeva del sito di Bianchi»....




Anticipazione da Oggi

ROGO DI PRIMAVALLEROGO DI PRIMAVALLE
«Sono deluso e arrabbiato. A 44 anni dalla strage che ha provocato la morte dei miei fratelli, ci sono ancora procedimenti aperti. Non c’è una sentenza definitiva che individui i mandanti. Non c’è mai stata la giusta condanna degli assassini di Virgilio e Stefano. E sono offeso dalla politica che ha assunto e pagato Achille Lollo».

Così dice Giampaolo Mattei al settimanale OGGI dopo la scoperta che Lollo («Fu lui a versare benzina sotto la nostra porta») firma articoli per un sito registrato a nome di Alessandro Bianchi, stretto collaboratore di Alessandro Di Battista. «Alessandro Di Battista mi ha telefonato, scusandosi. Mi ha detto che Bianchi “è un ragazzo”. Che non sapeva del passato di Achille Lollo. Che lui non sapeva del sito di Bianchi».
Achille Lollo nel 1975ACHILLE LOLLO NEL 1975

Conclude Mattei: «Le telefonate di scuse non mi servono… Achille Lollo è un uomo libero, può fare il giornalista, l’opinionista... D’altronde tutti gli assassini degli Anni di Piombo oggi sono professori e intellettuali. Sono stati accolti da varie associazioni e lavorano e vivono bene nonostante gli ergastoli mai scontati. Non sono loro a infastidirmi ma i politici che hanno permesso questo, che hanno dimenticato le vittime premiando i carnefici. Oggi c’è il “non so” del  Movimento 5 stelle, ieri c’era l’associazione Soccorso Militante Rosso di Dario Fo e Franca Rame».
Achille LolloACHILLE LOLLO DI BATTISTADI BATTISTA


Molta gente evita di mangiare i formaggi per timore di ingrassare, invece, i formaggi stagionati tipo parmigiano, ma anche brie e cheddar, possono aiutare molto il nostro fegato, grazie ad un composto chiamato spermidina, che previene carcinoma epatocellulare o fibrosi epatica........




Alexandra Thompson per “Mail On Line

soiaSOIA
Molta gente evita di mangiare i formaggi per timore di ingrassare, invece, i formaggi stagionati tipo parmigiano, ma anche brie e cheddar, possono aiutare molto il nostro fegato, grazie ad un composto chiamato spermidina, che previene carcinoma epatocellulare o fibrosi epatica.

la spermidina si trova nei legumiLA SPERMIDINA SI TROVA NEI LEGUMIformaggiFORMAGGI
La Università del Texas ha condotto uno studio sui topi e ha rilevato che la spermidina ha aumentato la durata della loro vita del 25%. In termini umani, secondo il coautore dello studio Leyuan Liu, significa che chi vive 81 anni, potrebbe raggiungere i 100”.

Inoltre i ricercatori hanno scoperto che lo stesso effetto longevo lo dà il consumo regolare di funghi, soia, cereali integrali, mais e legumi.
la spermidina allunga la vitaLA SPERMIDINA ALLUNGA LA VITA

The US military has moved elements of the THAAD anti-missile complex to its deployment site in South Korea, causing anger and discontent among the locals, some of whom reportedly clashed with police guarding the convoy. Residents of Seongju county in South Korea clashed with police after US personnel moved the Terminal High Altitude Area Defense (THAAD) system onto a golf course in Seongju, North Gyeongsang Province.......

US THAAD anti-missile deployment in S. Korea sparks clashes between locals & police (PHOTOS, VIDEO)


The US military has moved elements of the THAAD anti-missile complex to its deployment site in South Korea, causing anger and discontent among the locals, some of whom reportedly clashed with police guarding the convoy.
Residents of Seongju county in South Korea clashed with police after US personnel moved the Terminal High Altitude Area Defense (THAAD) system onto a golf course in Seongju, North Gyeongsang Province.
Clashes with local villagers, who have been protesting against THAAD deployment for months, erupted when six trailers carrying the radar and other hardware equipment for the American missile defense system entered the installation site at the golf course in South Korea early Wednesday, Yonhap reports.
Scuffles erupted when police tried to stop some 200 residents at the entrance to the golf course. Police had to mobilize additional forces to control some 8,000 people in the area and the traffic on the 905 provincial roads leading to the Seongju Golf Course.
Local activists have been very vocal about the deployment of the US system, saying the presence of THAAD would make them a prime target for Pyongyang. The protesters also said the system poses health and environmental problems.

Посмотреть изображение в ТвиттереПосмотреть изображение в ТвиттереПосмотреть изображение в ТвиттереПосмотреть изображение в Твиттере
[4/26 속보] , 경찰 8천명 동원 야밤에 불법적으로  레이더, 발사대 등 장비 기습 반입!  https://goo.gl/CQCx4a  불법 반입 사드 장비 당장 철거하라!
As police tried to control the crowd, the US military moved all of the car-mounted mobile launchers, radars, interceptor missiles, and combat control stations that have arrived in South Korea in March.
일사천리로 진행된 사드배치 심야 작전…저항 주민 속수무책http://ow.ly/YaeV30baMre  
The protest continues despite a heavy police presence at the entrance of the golf course and the fact that all the available equipment has already been moved to the installation site.
[단독] , 25일 밤 몰래   옮겼다 http://hankookilbo.com/v/7d46bd2e5a4b4895b245d8c083267f7a 
사드 발사대도 심야에 부산서 성주로 이동
지난달 항공기 운송 이어 선박도 동원한 듯
부지 공여절차 끝나자 사드 배치 대못 박기
The US Forces Korea (USFK) are yet to comment, but South Korea's Ministry of National Defense has already confirmed the start of the full-scale deployment, saying the move is “meant to secure early operational capability by positioning some available parts first at the site.”
사드 전격 배치…성주골프장 입구서 주민·경찰 충돌

경찰 8천 명 동원해 주민 500명 차단

주한 미군이 26일 경북 성주군 성주골프장에 사드(THAAD·고고도미사일방어체계) 포대를 배치한다.
The Ministry added that the US and Korean militaries will also proceed to conduct an environmental assessment and also construct relevant facilities at the golf site. The THAAD unit will be fully operational by the end of this year, Yonhap reports.
'주민-경찰 충돌' 사드 발사대 등 성주골프장 전격 진입 http://i.wik.im/299822  
In March, the US military announced that the “first elements” of the THAAD system had arrived in South Korea.

Посмотреть изображение в ТвиттереПосмотреть изображение в Твиттере
새벽 4시 45분, 주민들과 교무님들, 지킴이들 모두 고착당한 채로 들어갔습니다
“We know that the two launchers kept in the US Army unit of Wakgok-gun, Chilgok-gun are surely deployed,” a South Korean official told Yonhap on Wednesday morning. “We know that radar, interceptors, generators, coolers, etc., other than mobile launchers, are moved from Pusan to trailers.”
Last July, Seoul and Washington agreed to install the THAAD system in the southeastern town of Seongju as a “necessary measure” to thwart North Korea's nuclear and missile threats.
While South Koreans remain split over the THAAD issue, the US weapon's system deployment prompted a strong backlash from regional players, particularly from China.
Beijing has repeatedly spoken out against THAAD over fears that it will undermine its own deterrence capabilities, and previously urged Seoul and Washington to reconsider their plans.
Russia has also voiced concern over the effectiveness of THAAD’s deployment in South Korea, urging those involved to consider the inevitable escalation of tensions it will cause.
The spokesman for the front runner in South Korea's May 9 presidential election, Moon Jae-in, called the THAAD deployment "very inappropriate" as it strips the next government of the right to make a policy decision on the matter. Earlier, there had been speculation that the US may delay the deployment process until after South Korea's presidential elections.
THAAD is an advanced system designed to intercept short, medium, and intermediate-range ballistic missiles during their terminal flight phase. Equipped with long-range radar, it is believed to be capable of intercepting North Korea’s intermediate-range ballistic missiles.

da "rt.com"

Former White House national security adviser Michael Flynn likely broke the law by failing to get permission to be paid for a trip to Russia in 2015, the leaders of a House of Representatives committee have said. During the visit, Flynn, a retired lieutenant general and adviser to U.S. President Donald Trump, dined with Russian President Vladimir Putin and spoke at a gala dinner sponsored by Russia's RT television, which paid Flynn at least $33,000 for the trip........

Russian President Vladimir Putin (right) sits next to retired U.S. Army Lieutenant General Michael Flynn at a Russia Today dinner in 2015.


Former White House national security adviser Michael Flynn likely broke the law by failing to get permission to be paid for a trip to Russia in 2015, the leaders of a House of Representatives committee have said.
During the visit, Flynn, a retired lieutenant general and adviser to U.S. President Donald Trump, dined with Russian President Vladimir Putin and spoke at a gala dinner sponsored by Russia's RT television, which paid Flynn at least $33,000 for the trip.
"That money needs to be recovered," Jason Chaffetz, the Republican chairman of the House Oversight Committee, told reporters in Washington.
"As a former military officer, you simply cannot take money from Russia, Turkey, or anybody else. And it appears as if he did take that money. It was inappropriate and there are repercussions for the violation of law," he said.
Moreover, "General Flynn had a duty and an obligation to seek and obtain permission to receive money from foreign governments," Chaffetz said. "It does not appear to us that that was ever sought, nor did he ever get that permission."
Flynn was named to be Trump's first national security adviser in January. But he was forced to resign on February 13 after failing to disclose he had conversations with the Russian ambassador to the United States about U.S. sanctions on Moscow weeks before Trump took office, and later misled Vice President Mike Pence about those conversations.
Flynn is a subject of investigations by intelligence committees in the House and Senate, as well as the Federal Bureau of Investigation, all of which are probing broader allegations that Russia meddled in the 2016 U.S. election. Russia has denied the allegations.
Representative Elijah Cummings, the top Democrat on the House oversight panel, said it appeared Flynn also did not fully disclose the payments from Russia on his security-clearance application, as required. He said a failure to do so would be a felony.
Flynn's attorney said the retired general had briefed the spy agency he led until 2014, the Defense Intelligence Agency (DIA), before and after the Russia trip.
"He answered any questions that were posed by DIA concerning the trip during those briefings," Robert Kelner said.
The congressmen said they raised questions about Flynn's Russia trip after being briefed by officials of the DIA and reviewing classified documents the agency provided..
Chaffetz and Cummings said they planned to write to the comptroller of the U.S. Army and the Defense Department's inspector-general for a final determination as to whether Flynn broke the law and whether the government needs to pursue criminal charges and seek to recover the payments Flynn received.
Asked about the assertions that Flynn appeared to have violated the law, White House spokesman Sean Spicer told reporters, "That would be a question for him and law enforcement agencies."
Cummings also criticized the White House for refusing to turn over documents the committee requested about Flynn's foreign contacts during his three-week stint as national security adviser.
In response to a letter to White House Chief of Staff Reince Priebus, an administration official told the committee that documents relating to those contacts likely contained classified and other sensitive information and could not be turned over.
"That is simply unacceptable," Cummings said.
Spicer said the White House officials viewed the request for Flynn's contacts with foreign officials as "outlandish."
With reporting by AP and Reuters

martedì 25 aprile 2017

1. C’erano una volta le dieci domande a Silvio Berlusconi. Dopo oltre due anni di trattativa per la cessione dell’Ac Milan da parte della Fininvest oggi si sa che il closing si è in effetti chiuso il 13 aprile. Si sa il prezzo: oltre 1 miliardo di euro incluso il calciomercato ed esclusi i circa 80 milioni di euro fra interessi e commissioni. Si conoscono i nomi degli otto nuovi consiglieri, anche se i quattro di parte cinese sono poco più che semplici nomi..... - 2. Ma alcuni interrogativi rimangono. L’Espresso ha provato a mettere in fila le risposte a tutto quello che si sarebbe voluto sapere sulla vendita dei rossoneri ma nessuno ha osato chiedere........

C’erano una volta le dieci domande a Silvio Berlusconi. Dopo oltre due anni di trattativa per la cessione dell’Ac Milan da parte della Fininvest oggi si sa che il closing si è in effetti chiuso il 13 aprile. Si sa il prezzo: oltre 1 miliardo di euro incluso il calciomercato ed esclusi i circa 80 milioni di euro fra interessi e commissioni. Si conoscono i nomi degli otto nuovi consiglieri, anche se i quattro di parte cinese sono poco più che semplici nomi.

Ma alcuni interrogativi rimangono. L’Espresso ha provato a mettere in fila le risposte a tutto quello che si sarebbe voluto sapere sulla vendita dei rossoneri ma nessuno ha osato chiedere.

1. Chi sono i finanziatori?
La società che ha sbloccato la cessione con il suo prestito da 303 milioni ai cinesi si chiama Elliott advisors. È la branca europea di Elliott management, gruppo con base a New York guidato da Paul Singer e dal figlio Gordon. È noto che Elliott, definito dal Financial Times «aggressive activist hedge fund», ha giocato un ruolo chiave nella crisi finanziaria argentina obbligando il governo sudamericano in default a versare oltre il 100 per cento della cifra che il fondo aveva investito nelle obbligazioni andate in default con un incasso di 2 miliardi di dollari.

In queste settimane, il Milan non è certo la principale preoccupazione della famiglia Singer. Elliott è impegnato nella battaglia da 22,4 miliardi di euro per conquistare Akzo Nobel, numero uno europeo delle vernici. Un secondo fronte riguarda lo scontro interno con il management del colosso minerario Bhp Billiton, di cui Elliott è azionista, dove i Singer puntano a una maggiore valorizzazione della società nell’ordine di 46 miliardi di dollari. Per Elliott, insomma, i 303 milioni di euro di finanziamento girati a Rossoneri sport investment attraverso l’altra lussemburghese Project Redblack sono i proverbiali bruscolini.

Anche il ritorno in termini di interessi è buono ma non straordinario per gli standard di uno hedge. Nei 18 mesi di durata del prestito, Yonghong Li e soci dovranno rimborsare circa 45 milioni di euro, oltre al capitale e oltre a una cifra di poco inferiore per le commissioni sull’operazione da versare a Lazard, Rothschild, Chiomenti, Gianni Origoni Grippo Cappelli e gli altri consulenti minori. Per garantire il loro finanziamento, gli uomini di Elliott hanno messo in campo una doppia copertura dal rischio. La prima è il pegno su tutto il capitale del Milan passato di mano (99,93 per cento). La seconda è l’appoggio di un altro gruppo finanziario che si chiama Blue Skye, con sedi in Lussemburgo e a Londra. Blue Skye nasce in Lussemburgo nel 2005 come una joint venture fra il fondo Usa DB Zwirn e la Sopaf rappresentata da Giorgio Magnoni, Stefano Siglienti e Maurizio Cozzolini. Per DB Zwirn (Dbz) lavorano due napoletani con base a Londra, Salvatore Cerchione, 46 anni, e Gianluca D’Avanzo, 42 anni, specializzati in ristrutturazioni aziendali.

Nel 2006 Sopaf è uscita dal capitale di Blue Skye che ha spostato il controllo alle Cayman e ha passato gli anni successivi in una girandola di compravendite intergruppo con varie società targate Dbz. Le attività italiane, a quanto si può giudicare dagli elementi documentali, non sono andate alla grande. Anche se Cerchione e D’Avanzo dichiarano un portafoglio di investimenti da 1,2 miliardi di euro, la loro attività più nota finora è stato il salvataggio del gruppo di ristorazione veneziano fondato da Arrigo Cipriani (Harry’s bar) che ha ricavi per 7 milioni di euro, circa un mese di costi del Milan.

La controllata italiana dei due manager napoletani (Dbz recovery) ha chiuso i battenti sei anni fa ed è stata messa in liquidazione insieme alla controllante lussemburghese Dbz special investments. Le quote delle società sono state rilevate da Pegaso, una fondazione (stichting) con sede ad Amsterdam. Il tutto per un bilancio di qualche centinaia di migliaia di euro, parecchi zeri in meno rispetto alle operazioni alle quali è abituato Elliott.

2. Che cosa succede se i cinesi non pagano?
Si è enfatizzato il pegno ottenuto da Elliott sul capitale del Milan. In caso Li non paghi, il club rossonero con i bilanci in rosso fisso passerebbe al gruppo Usa. Per Elliott sarebbe una catastrofe. Il mondo degli hedge fund ragiona su profitti molto alti, largamente superiori a quanto il resto del mercato finanziario può offrire. Se va bene, come è accaduto con i bonos argentini, ci si spartisce una valanga di soldi. Se va male, i sottoscrittori incassano le perdite, si ritirano e il fondo chiude, come è spesso accaduto nei tempi recenti e soprattutto a partire dalla crisi post-subprime del 2008-2009.

Quello che il fondo di norma non fa è imbarcarsi nella gestione di un’attività imprenditoriale totalmente aleatoria e tendenzialmente in perdita. L’esempio è quello di Jim Pallotta che si è ben guardato dall’impegnare i veicoli del suo Raptor group nell’As Roma, come ben sa il romanistissimo Roberto Cappelli, neo consigliere del Milan che è stato fra i registi dello sbarco americano a Trigoria.

L’unica spiegazione è che il prestito di Elliott abbia garanzie collaterali che non sono state rese note. A chi facciano capo queste garanzie non è dato sapere. Si chiamano hedge fund (fondi siepe) per indicare fin dal nome la totale schermatura di chi investe. Oltre la siepe, il buio.

3. Quanti soldi ha Li?
Per replicare alle incongruenze finanziarie sul closing, le fonti ufficiali hanno fatto sapere in via ufficiosa che il neoproprietario dei rossoneri Yonghong Li si troverebbe davanti tre possibilità.

La prima è trovare un nuovo socio e dunque riaprire il closing appena chiuso e farsi un closing tutto suo. La seconda è quotare il Milan alla Borsa di Hong Kong per la gioia dei piccoli risparmiatori locali che non attendono altro. La terza è ottenere lo sblocco dei fondi che il governo di Pechino ha congelato obbligando Li a ricorrere al prestito di Elliott-Blue Skye.

Quali fondi? Il Sole 24 ore ha attribuito a Li un patrimonio di circa 500 milioni di euro. Ammesso che sia vero, il Milan è costato più del doppio. Quindi Li ha comprato la squadra con una leva finanziaria che non potrà sostenere a lungo.

4. Ok il prezzo è giusto?
Valeva la pena svenarsi per i rossoneri? Si è detto che la valutazione del club è iperbolica. Di sicuro tutti i parametri sono saltati in presenza di un margine operativo lordo negativo (-24 milioni nel 2015) e di un patrimonio netto di 50 milioni, non lontano da quello della Juventus, che però ha quasi il doppio dei ricavi, è in utile, capitalizza circa 600 milioni in Borsa, ha un parco giocatori di primo livello in Europa e viaggia verso il sesto scudetto in fila, non per conquistare il quarto posto, se va bene.

5. Perché non c’è traccia
 delle lussemburghesi ?
Nella cessione del Milan c’è molto Lussemburgo. Si è detto che Elliott e Blue Skye hanno costituito ai primi di aprile la Project Redblack cambiando nome a una scatola vuota (Luxembourg investment company 166) per finanziare la nuova holding di controllo del Milan, la Rossoneri Sport Investment.

Al momento in cui L’Espresso va in stampa non c’è traccia negli archivi del registro commerciale del Granducato di nessuna di queste finanziarie, nemmeno della più vecchia. Per gli standard locali di efficienza in campo societario non è abituale.

6. Perché comandano gli italiani?
La governance del nuovo Milan è anch’essa incongruente. Yonghong Li, che ha rischiato il doppio del suo patrimonio, non ha nemmeno la soddisfazione di decidere. A parità di voti in consiglio, quattro italiani contro quattro cinesi, il voto dell’amministratore delegato, Marco Fassone, vale doppio come i gol nelle trasferte di coppa.

Il nuovo ad si è visto poco nella fase di transizione, dominata da Adriano Galliani neoconsulente Fininvest, e già circola voce che potrebbe non mangiare il panettone. Le altre tre poltrone sembrano più solide. Cappelli, che continua a occuparsi del nuovo stadio dell’As Roma a fianco di Luca Parnasi, ha cooptato l’ex Telecom Marco Patuano. L’ex Eni Paolo Scaroni, vicentino e milanista come il predecessore di Berlusconi, Giussy Farina, ma anche newyorkese di studi (Columbia University), è l’ufficiale di collegamento con Elliott. Sarà lui il nuovo uomo forte in cda?


di Gianfrancesco Turano per "l'espresso.it"

U.S. prosecutors said they will show that a Turkish-Iranian gold trader coordinated an illegal scheme to help Iran evade U.S. sanctions with people at "high levels" in Turkey and Iran.......

Turkish-Iranian gold trader Reza Zarrab (center)


U.S. prosecutors said they will show that a Turkish-Iranian gold trader coordinated an illegal scheme to help Iran evade U.S. sanctions with people at "high levels" in Turkey and Iran.
During a pretrial hearing in a Manhattan district court on April 24, Assistant U.S. Attorney Dennis Lockard said he would prove that Reza Zarrab and his co-conspirators offered their services to process hundreds of millions of dollars' worth of prohibited financial transactions for Iran's government and businesses in a letter personally addressed to then-Iranian President Mahmud Ahmadinejad.
Zarrab then worked with high-level government and banking officials in Iran and Turkey to carry out the scheme, which benefited, among others, "the Islamic Revolutionary Guards Corps, ... Iranian banks that have been sanctioned for their role in providing financing for Iran's nuclear programs, and Iranian commercial airlines," he said.
Zarrab, 33, who was arrested in March 2016, has pleaded not guilty to the charges.
Lockard said Zarrab is charged with a "serious national security offense," despite efforts by his politically connected lawyers to portray the charges as minor because they do not involve the sale of weapons, nuclear technology, or contraband to Iran.
Based on reporting by AP and Washington Hatti

Ukraine's state power company says it has cut electricity supplies to the parts of the Luhansk region that are controlled by Russia-backed separatists, citing debts. Vsevolod Kovalchuk, head of the power distributor Ukrenergo, said on Facebook on April 25 that "the power supply to territory in the Luhansk region that is temporarilty not controlled [by the government] was completely halted" overnight........

A Luhansk power station (file photo)


Ukraine's state power company says it has cut electricity supplies to the parts of the Luhansk region that are controlled by Russia-backed separatists, citing debts.
Vsevolod Kovalchuk, head of the power distributor Ukrenergo, said on Facebook on April 25 that "the power supply to territory in the Luhansk region that is temporarilty not controlled [by the government] was completely halted" overnight.
Russia reacted angrily, claiming that the supply cuts were politically motivated and violated a peace deal for conflict-torn eastern Ukraine.
The war between Ukrainian government forces and the Russia-backed separatists, who hold parts of the Luhansk and Donetsk regions, has killed more than 9,900 people since April 2014.
Ukraine also cut gas supplies to separatist-held parts of the Luhansk region in 2015, also citing unpaid debts.
Kyiv has accused the area of accumulating 2.6 billion hryvnias ($97.67 million) in unpaid electricity charges.
Ukraine imposed a trade blockade on the separatist-held areas in March.
With reporting by Reuters and Interfax