yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: VLADI HA UN LIBRO IN USCITA E SPUNTA PURE NEI BAGNI DEGLI UOMINI (VIDEO) - ‘ALLA FINE NON MI SONO OPERATA PERCHÉ CONVIVO BENE COI MIEI GENITALI - SESSUALITA'? OGNUNO HA LE SUE FANTASIE, CI SONO ETERO CHE ALIMENTANO IL BUSINESS DELLA BIANCHERIA INTIMA USATA - NON SARO' PIU AL GAY VILLAGE’. COLPA DELLA BATTAGLIA? AH, SAPERLO…....

video

Loading...

giovedì 2 marzo 2017

VLADI HA UN LIBRO IN USCITA E SPUNTA PURE NEI BAGNI DEGLI UOMINI (VIDEO) - ‘ALLA FINE NON MI SONO OPERATA PERCHÉ CONVIVO BENE COI MIEI GENITALI - SESSUALITA'? OGNUNO HA LE SUE FANTASIE, CI SONO ETERO CHE ALIMENTANO IL BUSINESS DELLA BIANCHERIA INTIMA USATA - NON SARO' PIU AL GAY VILLAGE’. COLPA DELLA BATTAGLIA? AH, SAPERLO…....





1. LUXURIA ALLE ‘IENE’ PISCIA NEL BAGNO DEGLI UOMINI PER PROTESTARE CONTRO LE MOSSE DI TRUMP



vladimir luxuriaVLADIMIR LUXURIA
2. LUXURIA: "SENTENZA DI TRENTO? TRIBUNALE FA DA SUPPLENTE A MANCANZA DI LEGGE. SESSUALITA'? OGNUNO HA LE SUE FANTASIE, CI SONO ETERO CHE ALIMENTANO IL BUSINESS DELLA BIANCHERIA INTIMA USATA. UN MIO EX AMAVA VENIRE A CASA MIA A FARE LE PULIZIE"
Da Radio Cusano Campus

Vladimir Luxuria è intervenuta questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università Niccolò Cusano, nel corso di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

vladimir luxuria davanti a bettariniVLADIMIR LUXURIA DAVANTI A BETTARINI
Luxuria ha parlato del suo libro, "Il coraggio di essere una farfalla", edito da Piemme, arrivato in libreria proprio in queste ore: "E' un libro in cui parlo di me, di quello che sono e di quello che so. Affronto con leggerezza e profondità temi sociali, cerco di spiegare cosa significhi essere trans, con un linguaggio semplice per diradare la nebbia e l'ignoranza  che c'è su questo tema. Parlo anche, più in generale, del rapporto che l'uomo e la donna contemporanea hanno con il corpo, tra anoressia, vigoressia (ossessione per le palestre). E parlo anche di sessualità. E' un libro sincero, con un linguaggio semplice, che può capire sia la casalinga di Voghera che la parrucchiera di Bordighera".

Luxuria sulla sessualità precisa: "In questo periodo si è tanto parlato della sessualità gay, dei club, anche con una certa morbosità. Io ho tutto un capitolo in cui parlo di alcuni modi di esprimere la sessualità da parte degli etero.

vladimir luxuria davanti a bettariniVLADIMIR LUXURIA DAVANTI A BETTARINI 
Si va dal tamakeri, una pratica giapponese in cui uomini godono a farsi prendere a calci nelle parti basse da donne con i tacchi, fino a un vero e proprio business che esiste, di biancheria intima usata che viene spedita sotto vuoto a persone che godono ad avere una maglietta con il cenno del sudore sotto l'ascella. Insomma, ognuno ha le sue fantasie, bisognerebbe sempre ricordarsene prima di ricordare gli altri. Il servizio delle Iene? Io penso che abbiano usato il loro linguaggio televisivo. Sono anche andati  con le telecamere nei club privè tra eterosessuali, sono bastardi democratici, possono piacere o non piacere ma quello è il loro linguaggio".

vladimir luxuriaVLADIMIR LUXURIA 
Sui suoi ex, Luxuria svela: "Avevo un uomo molto bello e intelligente, anche di una certa posizione sociale, che amava venire a casa mia e mi pregava di fargliela trovare il più sporca possibile. Amava mettersi un grembiulino e fare le pulizie di casa sotto il mio controllo. Godeva nel pulire e nell'essere rimproverato se lasciava un filo di polvere".

luxuria sosia di alda d eusanioLUXURIA SOSIA DI ALDA D EUSANIO
Sulla sentenza di Trento: "Non c'è una legge sull'omogenitorialità anche se il fenomeno esiste, il tribunale fa da supplente alla mancanza di legge, con le sentenze si creano dei precedenti per sancire un principio importante e cioè che un bambino deve avere la possibilità di continuare ad essere seguito anche dal genitore non biologico nel caso in cui il genitore biologico non ci sia più".



vladimir luxuriaVLADIMIR LUXURIA
3. VLADIMIR LUXURIA: NON MI SONO OPERATA PERCHE' CONVIVO BENE CON I MIEI GENITALI! - NELLA MIA BIOGRAFIA PARLO DEL MONDO TRANS E DI TEMI SOCIALI; NON HO VOLUTO STRUMENTALIZZARE L'IDEA DIFFUSA CHE I GAY SIANO TUTTI ZOZZONI - VOLEVO UN FIGLIO, ORA A CINQUANTUNO ANNI NON CI PENSO PIU! - NON SARO' PIU AL GAY VILLAGE! COLPA DELLA BATTAGLIA? AH SAPERLO

«Tutti transitiamo in questo mondo e l’unica cosa certa è che non siamo immortali e che quella cosa che chiamiamo vita, non è altro che un transito racchiuso nel tempo d’un sogno. Siamo tutti un po’ trans…» Da questa provocazione parte Il coraggio di essere una farfalla, il nuovo libro di Vladimir Luxuria, uscito pochi giorni fa per Piemme editore e già in classifica tra i libri più acquistati. 

vladmiri luxuria photo andrea arrigaVLADMIRI LUXURIA PHOTO ANDREA ARRIGA
«Si cambia per opportunismo, per sopravvivenza, per autentica convinzione, ma sono ancora pochi quelli che hanno il coraggio di indossare il proprio vestito, infischiandosene dell’opinione dominante» mi confida l’ex parlamentare di Rifondazione Comunista. Conscia di aver affrontato temi molto importanti in questa nuova biografia, Vladimir Luxuria si racconta in esclusiva a Gay.ittra passato, presente e futuro spiegando anche il perché non sarà più al Gay Village di Roma.

Più che una novità, direi un gradito ritorno in libreria…
Sì, questo è il mio quinto libro. Stavolta, però, ho cambiato casa editrice.

mara keplero, vladmir luxuria, milly d abbraccio photo andrea arrigaMARA KEPLERO, VLADMIR LUXURIA, MILLY D ABBRACCIO PHOTO ANDREA ARRIGA
Il coraggio di essere una farfalla è il titolo della tua nuova fatica. Perché proprio una farfalla e non un pesce Falco o Anthias, noti per la loro continua transizione?
A dire il vero anche la farfalla è sinonimo di cambiamento. Nasce bruco e la sua successiva trasformazione è la crisalide, che possiamo paragonare un po’ alla nostra storia. È un invito alla libertà, a vivere la vita con leggerezza senza nascondersi e, soprattutto, a posarsi liberamente sui fiori che la natura ci offre. Del resto, cosa possiamo volere di più dalla vita?

luxuria spegne candelineLUXURIA SPEGNE CANDELINE
Una biografia a tratti struggente. Cosa ti ha spinta a raccontarti di nuovo sulle pagine di un libro?
Credo che parlare della mia vita possa servire a tutti gli ignoranti in materia, ma anche a coloro che ancora non capiscono, o non voglio capire, certe cose. Vorrei che servisse anche a chi, come me, nonostante i propri limiti e i numerosi periodi down, alla fine ce l’ha fatta a risollevarsi. 

A chi sono dedicate queste 252 pagine?
Ti confesso che la mia dedica è molto particolare. Infatti ho scritto: “Mai sentirsi al sicuro da chi è troppo sicuro di sé!”

E perché questa frase?
Perché non mi sono mai piaciute le persone che non si mettono mai in discussione e che rimangono granitiche sulle proprie convinzioni. Credo, invece, che autocriticarsi sia una grande forza.
brindisi luxuria e imma battagliaBRINDISI LUXURIA E IMMA BATTAGLIA

In un vecchio libro scritto da Eugenia Romanelli hai parlato di un tuo periodo difficilissimo che è stato poi usato, dai tuoi detrattori, per ferirti. In questo nuovo libri parli anche di quel passato lì?
Il mio è un libro autobiografico, in cui parlo di quello che sono e di quello che conosco. Racconto anche di come son riuscita a fare tesoro dei brutti momenti vissuti in passato. Ovviamente in alcune pagine descrivo le difficoltà di quel periodo lì, ma la gran parte del libro è dedicata alla descrizione del rapporto mente-corpo e a come i giovani si approcciano a questo binomio.
luxuria, fabio canino e gianluca mechLUXURIA, FABIO CANINO E GIANLUCA MECH

Su cosa ti sei concentrata?
Ho preferito dedicarmi a temi più attuali. Ad esempio, anziché indagare su argomenti più discussi, come i luoghi d’incontro per i gay – che altro non fanno che strumentalizzare la diffusa idea che i gay siano tutti zozzoni – ho deciso di concentrarmi sulle pratiche sessuali più fantasiose degli etero. Ho scoperto, infatti, l’esistenza di una pratica giapponese chiamata Tamakeri, che vede protagonisti degli uomini che amano farsi prendere a calci nelle parti intime da donne che indossano tacchi a spillo e calze a rete.
paola concia e vladimir luxuriaPAOLA CONCIA E VLADIMIR LUXURIA

Tu non hai mai fatto segreto sull’operazione finale. Posso chiederti cosa ti ha frenata a non spingerti mai oltre?
Ognuno di noi ha il diritto di sentirsi in equilibrio con il proprio corpo. Credo molto nel diritto dell’autodeterminazione, secondo cui ogni essere umano ha il diritto di decidere cosa fare del proprio corpo. C’è chi decide di arrivare all’adeguamento dei genitali e chi, come me, convive serenamente con i propri genitali d’origine.
paola concia monica cirinna vladimir luxuriaPAOLA CONCIA MONICA CIRINNA VLADIMIR LUXURIA

Nella biografia racconti tanti passaggi. Posso chiederti qual è stato il più difficile da scrivere?
In realtà non ho avuto alcun problema a raccontare aneddoti della mia vita. Ho parlato sia dei momenti più felici, che di quelli meno entusiasmanti. Anche i periodi bui, se non ti sopraffanno, posso essere una bellissima formazione.

Raccontarsi in un libro sembra essere terapeutico. Per te è stato così?
vladimir luxuria davanti alla ventura che lascia l isolaVLADIMIR LUXURIA DAVANTI ALLA VENTURA CHE LASCIA L ISOLA
Si, e ti dirò di più: son stata molto contenta di aver avuto l’occasione di affrontare, con termini semplici e comprensibili da tutti, alcuni temi molto difficili, come quello dell’identità di genere, che molto spesso sono spiegati con un linguaggio tecnico. Ho fatto un raffronto molto interessante tra la transessualità e l’arte, l’antropologia e la storia.

Vladimir Luxuria e Massimo Ferrero ViperettaVLADIMIR LUXURIA E MASSIMO FERRERO VIPERETTA
C’è qualcosa che ti manca?
Ho un grande letto matrimoniale e vorrei proprio provare il desiderio di dare un calcio a chi mi sta vicino, perché magari mi ha rubato le coperte! 

L’idea di un bambino non ti sfiora più?
No, ormai ho cinquantuno anni e non ci penso davvero più.

Se guardi verso il futuro, cosa vedi?
Mi auguro moltissimi viaggi, di non essere sola e perché no: di continuare a fare questo bellissimo lavoro.

vladimir luxuriaVLADIMIR LUXURIA 
E per il nostro Paese che futuro vedi?
Spero che l’Italia non faccia mai la fine degli Stati Uniti, con un Presidente che sperpera soldi pubblici per acquistare le armi. Non vorrei mai un leader che dica: “Sono qui per vincere le guerre”, ma uno che dica: “Io sono qui per evitare le guerre!”
vladimir luxuriaVLADIMIR LUXURIA 

Ogni personaggio nasconde infinite leggende. Ne conosci almeno una sul tuo conto?
Una sì: si racconta che io percepisca la pensione da parlamentare. Notizia assolutamente falsa. Tu ne conosci qualcun’altra?

Leggenda metropolitana vuole che tu sia molto oculata. Verità o chiacchiericcio?
Altroché! Io non spendo soldi per cose inutili. Ad esempio: se i mezzi pubblici son più veloci ed efficienti di un taxi, io non ci penserei due volte a prenderli. Così come non vado nei ristoranti extra lusso. Quello che risparmio preferisco darlo a chi ne ha più bisogno. Credimi.

Invece, hanno fatto chiacchierare le tue dimissioni dal Gay Village. Non sarà mica per colpa del tuo ruolo di opinionista nei confronti della Grimaldi, vero?
Questa pensiero così crudo solo una mente scaltra come la tua avrebbe potuto partorirlo! Inizialmente sì, mi son posta anche io il dubbio del conflitto di interessi, visto il mio rapporto con Imma Battaglia e la sua amicizia con Eva, però, allo stesso tempo, confermo di avere la coscienza a posto. La verità è che ho altri progetti in cantiere.


Nessun commento: