yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: Wikileaks ha diffuso migliaia di documenti riservati della Cia su un programma di hackeraggio, attraverso un arsenale di malware e di cyber-armi. Con tali strumenti la Cia sarebbe in grado di controllare i telefoni di aziende americane ed europee, come l’iPhone della Apple, gli Android di Google e Microsoft, e persino i televisori Samsung, utilizzandoli come microfoni segreti. Attacchi «illegali» che hanno messo a rischio molti top manager dell'industria, membri del Congresso, il governo americano e persino l'account Twitter di Donald Trump. Nessuna risposta al momento dall'agenzia di intelligence: « Non commentiamo l'autenticità e il contenuto» dei documenti, ha detto un portavoce della Cia. ......

video

Loading...

martedì 7 marzo 2017

Wikileaks ha diffuso migliaia di documenti riservati della Cia su un programma di hackeraggio, attraverso un arsenale di malware e di cyber-armi. Con tali strumenti la Cia sarebbe in grado di controllare i telefoni di aziende americane ed europee, come l’iPhone della Apple, gli Android di Google e Microsoft, e persino i televisori Samsung, utilizzandoli come microfoni segreti. Attacchi «illegali» che hanno messo a rischio molti top manager dell'industria, membri del Congresso, il governo americano e persino l'account Twitter di Donald Trump. Nessuna risposta al momento dall'agenzia di intelligence: « Non commentiamo l'autenticità e il contenuto» dei documenti, ha detto un portavoce della Cia. ......

Wikileaks ha diffuso migliaia di documenti riservati della Cia su un programma
di hackeraggio, attraverso un arsenale di malware e di cyber-armi. Con tali strumenti la Cia sarebbe in grado di controllare i telefoni di aziende americane ed europee, come l’iPhone della Apple, gli Android di Google e Microsoft, e persino i televisori Samsung, utilizzandoli come microfoni segreti. Attacchi «illegali» che hanno messo a rischio molti top manager dell'industria, membri del Congresso, il governo americano e persino l'account Twitter di Donald Trump. Nessuna risposta al momento dall'agenzia di intelligence: « Non commentiamo l'autenticità e il contenuto» dei documenti, ha detto un portavoce della Cia. 
Consolato Usa a Francoforte base hacker Cia
Il consolato americano a Francoforte è usato come base sotto copertura dagli hacker della Cia. È quanto emerge dai documenti diffusi da Wikileaks, secondo i quali gli hacker della Cia coprivano da Francoforte l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa.

RELEASE: Vault 7 Part 1 "Year Zero": Inside the CIA's global hacking force https://wikileaks.org/ciav7p1  https://t.co/N2lxyHH9jp
Documenti dal Center for Cyber Intelligence
Secondo l’organizzazione fondata da Juliane Assange - attualmente «ospite» dell’ambasciata dell’Ecuador a Londra - provengono dal Center for Cyber Intelligence della Cia. Di recente - spiega Wikileaks - la Cia ha perso il controllo di gran parte del suo cyber-arsenale, compresi malware e virus di ogni genere. Per Assange questa proliferazione delle cyber-armi può essere paragonata in termini di pericoli a quella del commercio globale delle armi tradizionali. «Una volta che una singola cyber-arma viene persa - spiega Wikileaks - può diffondersi in tutto il mondo in pochi secondi».«Questa straordinaria collezione - spiega l’organizzazione di Assange - che conta diverse centinaia di milioni di codici, consegna ai suoi possessori l’intera capacità di hackeraggio della Cia». «L’archivio - si spiega ancora - è circolato senza autorizzazione tra ex hacker e contractor del governo Usa, uno dei quali ha fornito a Wikileaks una parte di questa documentazione».

 hid ability to  smart phones and TVs worldwide from makers, despite  pledge to reveal https://wikileaks.org/ciav7p1/ 
Progetto "Vault 7"
Per l’organizzazione si tratta della «maggiore fuga di dati di intelligence della storia». Questo progetto va sotto il nome di `Vault 7´ e il primo gruppo di documenti pubblicato oggi, intitolato ”Anno zero”, contiene 8.761 documenti e file provenienti da «una rete isolata e di alta sicurezza situata nel Centro di intelligence cibernetica della Cia a Langley, in Virginia» e Wikileaks spiega di averli ottenuti da una persona che ha avuto accesso a questa rete quando la Cia ne ha perso il controllo. Wikileaks aveva pianificato una conferenza stampa su internet per presentare questo progetto, soprannominato appunto ”Vault 7”, ma successivamente ha annunciato su Twitter che le sue piattaforme sono state attaccate e che proverà a comunicare più tardi. Secondo Assange, che dal 2012 ha trovato rifugio nell’ambasciata dell’Ecuador a Londra, la fuga di notizie di oggi è «eccezionale da una prospettiva legale, politica e forense». 
shadow carousel
Assange, ecco quanto è cambiato: la sua storia 
La modalità «Fake off» delle smart Tv 
Le smart Tv, spiega Wikileaks, vengono «infestate e trasformate in microfoni». Dopo che i dispositivi sono entrati in modalità «Fake Off» grazie al programma Weeping Angel, «il proprietario pensa che la tv sia spenta». Nella modalità «Fake Off» la tv «registra le conversazioni nella stanza e le invia al server della Cia. Nell'ottobre 2014 Cia ha valutato anche di infestare i sistemi di controllo usati sulle auto e sui mezzi pesanti moderni. L'obiettivo per conquistare il controllo non è stato specificato, ma potrebbe consentire alla Cia di commettere assassinii praticamente non rintracciabili».

da "corrieredellasera.it"

Nessun commento: