yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: 1. Un dissesto milionario e un maxiprocesso alle battute iniziali. Per il buco a sei zeri nelle casse dell'Idi, l'Istituto Dermopatico dell'Immacolata, sono finiti sul banco degli imputati in 24. Lo ha stabilito il gup Fabio Mostarda, accogliendo le richieste del pubblico ministero Giuseppe Cascini. - 2. Il giudice ha anche disposto la condanna in abbreviato di due imputati e ha accettato la richiesta di patteggiamento avanzata da altre 10 persone. A giudizio il prossimo 16 novembre, di fronte ai giudici della nona sezione penale, anche padre Franco Decaminada, ex consigliere delegato dell'Idi e fino al dicembre 2011 incaricato della gestione finanziaria del comparto relativo alla sanità. Per l'accusa, le casse dell'Istituto sarebbero state letteralmente saccheggiate, tra il 2007 e il 2012.......

video

Loading...

sabato 27 maggio 2017

1. Un dissesto milionario e un maxiprocesso alle battute iniziali. Per il buco a sei zeri nelle casse dell'Idi, l'Istituto Dermopatico dell'Immacolata, sono finiti sul banco degli imputati in 24. Lo ha stabilito il gup Fabio Mostarda, accogliendo le richieste del pubblico ministero Giuseppe Cascini. - 2. Il giudice ha anche disposto la condanna in abbreviato di due imputati e ha accettato la richiesta di patteggiamento avanzata da altre 10 persone. A giudizio il prossimo 16 novembre, di fronte ai giudici della nona sezione penale, anche padre Franco Decaminada, ex consigliere delegato dell'Idi e fino al dicembre 2011 incaricato della gestione finanziaria del comparto relativo alla sanità. Per l'accusa, le casse dell'Istituto sarebbero state letteralmente saccheggiate, tra il 2007 e il 2012.......




Michela Allegri per “il Messaggero”

PADRE FERDINANDO DECAMINADAPADRE FERDINANDO DECAMINADA
Un dissesto milionario e un maxiprocesso alle battute iniziali. Per il buco a sei zeri nelle casse dell'Idi, l'Istituto Dermopatico dell'Immacolata, sono finiti sul banco degli imputati in 24. Lo ha stabilito il gup Fabio Mostarda, accogliendo le richieste del pubblico ministero Giuseppe Cascini.

Il giudice ha anche disposto la condanna in abbreviato di due imputati e ha accettato la richiesta di patteggiamento avanzata da altre 10 persone. A giudizio il prossimo 16 novembre, di fronte ai giudici della nona sezione penale, anche padre Franco Decaminada, ex consigliere delegato dell'Idi e fino al dicembre 2011 incaricato della gestione finanziaria del comparto relativo alla sanità. Per l'accusa, le casse dell'Istituto sarebbero state letteralmente saccheggiate, tra il 2007 e il 2012.
Franco DecaminadaFRANCO DECAMINADA

LE ACCUSE
Il pm Cascini contesta, a seconda delle posizioni, la bancarotta fraudolenta, l'emissione e utilizzo di fatture false, l'occultamento di scritture contabili, l'appropriazione indebita e il riciclaggio. È finito sotto processo anche Domenico Temperini, l'ex amministratore di Idi-Farmaceutici e direttore generale pro-tempore di Idi-Sanità.

IDI - istituto dermatologico dell'Immacolata di RomaIDI - ISTITUTO DERMATOLOGICO DELL'IMMACOLATA DI ROMA
La lista degli imputati è lunga, comprende anche Antonio Nicolella, ex membro del Cda del Consorzio Servizi Ospedalieri. Decaminada, Tamperini e Nicolella erano stati arrestati nel 2013, dopo che i finanzieri del Nucleo di polizia tributaria avevano depositato in procura l'informativa conclusiva sulla vicenda. I militari avevano conteggiato nelle casse dell'ente religioso un passivo patrimoniale pari a circa 845 milioni, distrazioni di disponibilità per oltre 82 milioni, un indebito utilizzo di fondi pubblici per oltre 6 milioni e un'evasione fiscale di oltre 450 milioni di euro.

LE SENTENZE
Ieri, il gup ha anche disposto un'assoluzione e alcuni proscioglimenti per prescrizione. Al termine di un procedimento condotto con rito abbreviato, i rappresentanti legali di una società, Pio Bastoni e Carmelina Santagati, sono stati condannati rispettivamente a 3 anni e 4 mesi e un anno e 8 mesi per bancarotta.
idi-di-romaIDI-DI-ROMA

È stato invece assolto Mario Russo, amministratore unico di un'altra azienda, finito sotto inchiesta per reati tributari. L'inchiesta era scattata nel 2012 dopo un esposto presentato dai dipendenti dell'Idi, che lamentavano il mancato versamento degli ultimi stipendi e segnalavano una serie di incongruenze nella gestione amministrativa della struttura. Dalle indagini era poi emerso che dalle casse dell'ente erano stati sottratti milioni.

IL MECCANISMO
idi ISTITUTO DERMOPATICO DELL IMMACOLATAIDI ISTITUTO DERMOPATICO DELL IMMACOLATA 
Le distrazioni sarebbero state effettuate con prelevamenti in contanti, effettuati soprattutto da Decaminada e Temperini, e anche con il pagamento di fatture per operazioni inesistenti, emesse da professionisti e società compiacenti. Attraverso un meccanismo studiato nei dettagli, con una fitta interposizione di schemi societari, i soldi dell'ente religioso sarebbero stati dirottati sul conto di Decaminada e di altri imputati. Nel maggio 2013, subito dopo gli arresti, gli inquirenti avevano sequestrato a Decaminada e Temperini beni per sei milioni di euro. Nella perizia contabile redatta da un consulente della procura si legge che «l'Idi si trovava in stato di insolvenza almeno dal 2008». In questo modo, nascondendo il passivo nei conti scavato a suon di distrazioni, sarebbe stata generata «una maggiore perdita a danno dei creditori».

Nessun commento: