yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: Il consigliere pentastellato "Giacomo Giannarelli" ricorda che Alessandro Profumo, la cui posizione nel processo a Milano non è stata archiviata, è stato persino nominato amministratore delegato di Leonardo. Giannarelli, infine, sottolinea che gli stessi difetti che hanno condotto al tracollo di Monte dei Paschi sono presenti anche in alcune società partecipate toscane, nei cui consigli di amministrazione siedono figure apicali del mondo bancario regionale.

video

Loading...

lunedì 15 maggio 2017

Il consigliere pentastellato "Giacomo Giannarelli" ricorda che Alessandro Profumo, la cui posizione nel processo a Milano non è stata archiviata, è stato persino nominato amministratore delegato di Leonardo. Giannarelli, infine, sottolinea che gli stessi difetti che hanno condotto al tracollo di Monte dei Paschi sono presenti anche in alcune società partecipate toscane, nei cui consigli di amministrazione siedono figure apicali del mondo bancario regionale.

Monte dei Paschi, LapresseMonte dei Paschi, Lapresse


MONTE DEI PASCHI DI SIENA. MPS, GIANNARELLI (M5S): STIGLITZ LA PENSA COME NOI Le parole pronunciate da Joseph Stiglitz in un incontro che ha tenuto alla Scuola Sant’Anna di Pisa su Mps sono il punto di partenza di una nota di Giacomo Giannarelli, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle in Toscana, in cui si evidenzia come il Premio Nobel per l’economia abbia ricordato che “i manager, e nel caso Mps anche i politici, dovrebbero essere chiamati a rispondere dei disastri che hanno generato”. 

Stigltiz “la pensa come noi, ma purtroppo chi governa questa Regione e a oggi l’intero paese ha idee diverse e lo testimoniano i fatti”, aggiunge  il Presidente della Commissione d’inchiesta regionale su Mps. Una commissione che è stata chiusa sette mesi fa, ma “tutti i politici coinvolti nella vicenda sono ancora lì”, sottolinea Giannarelli, che fa notare il fatto che “al netto di prese di distanza generiche su quello che si vorrebbe relegare al passato, i partiti di appartenenza di quei politici - su tutti Pd e Mdp - non hanno buttato fuori nessuno. Sono tutti ancora lì a scegliere per conto dei cittadini, decidere nomine in ambiti importanti - penso in Toscana a rifiuti e acqua - e riproducono in altri scenari lo stesso metodo che ha portato al disastro Monte dei Paschi".


Il consigliere pentastellato ricorda poi che Alessandro Profumo, la cui posizione nel processo a Milano non è stata archiviata, è stato persino nominato amministratore delegato di Leonardo. Giannarelli, infine, sottolinea che gli stessi difetti che hanno condotto al tracollo di Monte dei Paschi sono presenti anche in alcune società partecipate toscane, nei cui consigli di amministrazione siedono figure apicali del mondo bancario regionale.


da "ilsussidiario.net"

Nessun commento: