yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: REGGIO CALABRIA - Ci sono anche due fiduciari luganesi, entrambi indagati in Italia per il reato di riciclaggio aggravato, tra le persone finite in questi giorni sotto inchiesta nell'ambito dell'operazione «Money Gate» messa in atto dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria culminata con l'arresto di 8 persone tra cui Giuseppe Cosentino, noto imprenditore e proprietario della Società calcio Catanzaro e amministratore della GICOS Import-export Srl di Cinquefrondi (RC), la figlia Ambra, diversi dipendenti e un promotore finanziario milanese.........

video

Loading...

martedì 30 maggio 2017

REGGIO CALABRIA - Ci sono anche due fiduciari luganesi, entrambi indagati in Italia per il reato di riciclaggio aggravato, tra le persone finite in questi giorni sotto inchiesta nell'ambito dell'operazione «Money Gate» messa in atto dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria culminata con l'arresto di 8 persone tra cui Giuseppe Cosentino, noto imprenditore e proprietario della Società calcio Catanzaro e amministratore della GICOS Import-export Srl di Cinquefrondi (RC), la figlia Ambra, diversi dipendenti e un promotore finanziario milanese.........

 
Foto Crinari
REGGIO CALABRIA - Ci sono anche due fiduciari luganesi, entrambi indagati in Italia per il reato di riciclaggio aggravato, tra le persone finite in questi giorni sotto inchiesta nell'ambito dell'operazione «Money Gate» messa in atto dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria culminata con l'arresto di 8 persone tra cui Giuseppe Cosentino, noto imprenditore e proprietario della Società calcio Catanzaro e amministratore della GICOS Import-export Srl di Cinquefrondi (RC), la figlia Ambra, diversi dipendenti e un promotore finanziario milanese.
L'accusa, a vario titolo, è quella di associazione per delinquere, aggravata dalla transnazionalità, finalizzata alla commissione di reati di natura fiscale, riciclaggio, trasferimento fraudolento di valori all'estero e appropriazione indebita di ingenti somme di denaro in danno della GICOS stessa.

da "corrieredelticino.ch"

Nessun commento: