yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: 1. L'amministrazione di Trump ha chiesto alla Corte Suprema degli Stati Uniti di ripristinare immediatamente il suo divieto temporaneo per i viaggiatori provenienti da sei paesi prevalentemente musulmani, sostenendo che renderebbe più sicuro gli Stati Uniti. - 2. L'ordine di viaggio, firmato il 6 marzo, ma sospeso nei giorni scorsi dai tribunali degli Stati Uniti, avrebbe temporaneamente bloccato l'ingresso negli Stati Uniti di tutti i rifugiati, nonché visitatori provenienti da Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria e Yemen.......

video

Loading...

venerdì 2 giugno 2017

1. L'amministrazione di Trump ha chiesto alla Corte Suprema degli Stati Uniti di ripristinare immediatamente il suo divieto temporaneo per i viaggiatori provenienti da sei paesi prevalentemente musulmani, sostenendo che renderebbe più sicuro gli Stati Uniti. - 2. L'ordine di viaggio, firmato il 6 marzo, ma sospeso nei giorni scorsi dai tribunali degli Stati Uniti, avrebbe temporaneamente bloccato l'ingresso negli Stati Uniti di tutti i rifugiati, nonché visitatori provenienti da Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria e Yemen.......

U.S. President Donald Trump signing the executive order on immigration on January 27.


L'amministrazione di Trump ha chiesto alla Corte Suprema degli Stati Uniti di ripristinare immediatamente il suo divieto temporaneo per i viaggiatori provenienti da sei paesi prevalentemente musulmani, sostenendo che renderebbe più sicuro gli Stati Uniti.

Il Dipartimento di Giustizia americano ha presentato domande di urgenza davanti all'alto tribunale in ritardo il 1 ° giugno, sostenendo che un tribunale di ricorso in Virginia ha commesso diversi errori nel pronunciarsi contro l'ordine esecutivo di Trump.

Almeno cinque dei nove consiglieri della Corte Suprema dovrebbero accettare di concedere la richiesta dell'amministrazione.

Il tribunale di appello ha affermato che il divieto di viaggio è "radicato in animus religioso e destinato a impedire i musulmani di questo paese" e ha deciso di ripristinarlo in una votazione di 10-3 la scorsa settimana.

Una portavoce del Dipartimento di Giustizia ha dichiarato che l'amministrazione è "fiduciosa che l'ordine esecutivo del presidente [Donald] Trump sia ben dentro la sua autorità legittima a mantenere la nazione sicura e proteggere le nostre comunità dal terrorismo".

L'ordine di viaggio, firmato il 6 marzo, ma sospeso nei giorni scorsi dai tribunali degli Stati Uniti, avrebbe temporaneamente bloccato l'ingresso negli Stati Uniti di tutti i rifugiati, nonché visitatori provenienti da Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria e Yemen.


da "Radio Free Liberty"

Nessun commento: