yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: Mosca risponde alle paure di "centro di spionaggio in Serbia" - Maria Zakharova ha definito "assurde" le dichiarazioni fatte dai funzionari statunitensi riguardo al Centro umanitario russo-serbo a Nis, nella Serbia meridionale.

video

Loading...

giovedì 22 giugno 2017

Mosca risponde alle paure di "centro di spionaggio in Serbia" - Maria Zakharova ha definito "assurde" le dichiarazioni fatte dai funzionari statunitensi riguardo al Centro umanitario russo-serbo a Nis, nella Serbia meridionale.

(Thinkstock)
(Thinkstock)

Secondo il portavoce del ministero degli Esteri russo, i diplomatici statunitensi hanno fatto "accuse assolutamente impensabili, assurde e fatiscenti nella peggiore tradizione della guerra fredda", riferisce RIA Novosti.

"Presumibilmente, il centro è praticamente un nido spia russa nei Balcani, supposto in grado di compromettere il contingente americano in Kosovo", ha detto.

I diplomatici statunitensi dovrebbero chiedere l'opinione degli stati balcanici e delle organizzazioni pubbliche in merito alla loro valutazione del RSHC prima di formulare tali dichiarazioni assurde, ha detto Zakharova in un briefing.

Ha ricordato che il centro, istituito nel 2012, è stato sin dall'inizio concepito e realizzato come una missione umanitaria congiunta con la Serbia, volta a lavorare nei Balcani in collaborazione con tutti i paesi interessati.

Zakharova ha anche ricordato che il centro è registrato come organizzazione internazionale, che ha partecipato al superamento delle conseguenze causate dalle catastrofi naturali in Serbia, Grecia, Slovenia e Bosnia-Erzegovina ed è stata visitata da rappresentanti di organizzazioni internazionali, tra cui l'ONU e L'OSCE.

Il funzionario del Dipartimento di Stato dell'Onu, Hoyt Brian Yee, e l'ambasciatore statunitense in Serbia Kyle Scott hanno recentemente espresso la loro preoccupazione al centro.

"L'ambasciatore americano a Belgrado è stato invitato a visitare il centro di Nis un certo numero di volte, ma né lui né gli agenti dell'ambasciata hanno mai desiderato approfittare di questa opportunità. Questa è una bella tattica già utilizzata in molti luoghi Vedere con il proprio occhio, perché se si fa, non si può più fantasticare ", ha concluso Zakharova, secondo TASS.


traduzione da articolo di "b92.net"

Nessun commento: