yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: GIULIETTA CHIESA INTERVISTATO DA "INTELLIGONEW" RIGUARDO IL FLUSSO DEI MIGRANTI ..... "Il tempo delle parole è finito, ora servono i fatti». Il ministro dell'Interno Marco Minniti conferma che l'Italia non tornerà indietro: se alle aperture arrivate da Bruxelles e Berlino, dove i leader Ue si sono incontrati in vista del G20, non seguiranno atti concreti, il nostro paese darà seguito a quanto annunciato ieri, negando l'approdo ai porti alle navi cariche di migranti che battono bandiera non italiana, vale a dire quasi tutte quelle delle Organizzazioni non governative che operano davanti alla Libia, ad eccezione di quella di Save The Children e di una delle 4 di Medici senza frontiere. Ma quanto è davvero oggi efficace questa strategia? Intelligonews lo ha chiesto a Giulietto Chiesa giornalista esperto di scenari geopolitici. ....

video

Loading...

domenica 2 luglio 2017

GIULIETTA CHIESA INTERVISTATO DA "INTELLIGONEW" RIGUARDO IL FLUSSO DEI MIGRANTI ..... "Il tempo delle parole è finito, ora servono i fatti». Il ministro dell'Interno Marco Minniti conferma che l'Italia non tornerà indietro: se alle aperture arrivate da Bruxelles e Berlino, dove i leader Ue si sono incontrati in vista del G20, non seguiranno atti concreti, il nostro paese darà seguito a quanto annunciato ieri, negando l'approdo ai porti alle navi cariche di migranti che battono bandiera non italiana, vale a dire quasi tutte quelle delle Organizzazioni non governative che operano davanti alla Libia, ad eccezione di quella di Save The Children e di una delle 4 di Medici senza frontiere. Ma quanto è davvero oggi efficace questa strategia? Intelligonews lo ha chiesto a Giulietto Chiesa giornalista esperto di scenari geopolitici. ....

"Il tempo delle parole è finito, ora servono i fatti». Il ministro dell'Interno Marco Minniti conferma che l'Italia non tornerà indietro: se alle aperture arrivate da Bruxelles e Berlino, dove i leader Ue si sono incontrati in vista del G20, non seguiranno atti concreti, il nostro paese darà seguito a quanto annunciato ieri, negando l'approdo ai porti alle navi cariche di migranti che battono bandiera non italiana, vale a dire quasi tutte quelle delle Organizzazioni non governative che operano davanti alla Libia, ad eccezione di quella di Save The Children e di una delle 4 di Medici senza frontiere. Ma quanto è davvero oggi efficace questa strategia? Intelligonews lo ha chiesto a Giulietto Chiesa giornalista esperto di scenari geopolitici. 
Blocco migranti, Giulietto Chiesa: 'Si è visto il vero volto di Macron'

Il Ministro Minniti batte i pugni in Europa denunciando come sull'immigrazione si sia raggiunto il limite fino a minacciare di chiudere i porti alle navi delle Ong straniere. Intervento efficace o piuttosto tardivo?

"Il Governo italiano doveva, da tempo, ingaggiare una battaglia in Europa. Con l’argomento di ferro che l’Italia, da sola non può farcela. Nessuno può farcela. Ma i nostri pseudo leaders non hanno coraggio. Se non si decide di rompere qualche stoviglia, con questa Europa non si ottiene niente. Le ONG straniere dovevano essere allontanate fin dall’inizio. Sono mesi che, da qualche capitale estera, in uffici bene ammobiliati e da conti in banca troppo pingui, si decidono problemi di politica estera (e di umanità) che spetta all’Italia decidere"

Vede in questa brusca presa di posizione gli effetti dei deludenti risultati del Pd alle elezioni amministrative? Renzi insomma teme che di troppa accondiscendenza europea si possa morire in termini elettorali?

"I dati elettorali dicono che Renzi e il PD sono in calo vistoso. Mi sembra ovvio che Renzi possa temere di subire uno schiaffo definitivo dall’elettorato, dopo quello, devastante del 5 dicembre 2016"

Macron respinge i migranti alla frontiera con la forza. Ma questo non era il modello Le Pen? Che succede? Il buonismo macroniano è già finito?

"Macron, quale candidato di plastica, ha svolto il suo compito di frastornare la piccola borghesia francese, di cui la sinistra fa parte integrante. Adesso, che i giochi sono fatti, si usa il bastone. Macron non è uomo da carote".

Sull'immigrazione l'Italia riuscirà ad invertire la tendenza o finiremo invasi?

"Come ho già detto l’Italia non può, da sola, invertire la tendenza. Non credo che si possa parlare ancora di una invasione. Ma, certo, si annunciano tempi insostenibili. Ci vuole una diversa politica estera italiana verso il Mediterraneo, questo è certo. Ma il governo italiano deve porre un ultimatum a Bruxelles: o l’Europa risponde collettivamente, o l’Italia sospende i patti firmati con l’Europa. Gentiloni dovrebbe fissare la “sanzioni dell’Italia” all’Europa. Si può fare una graduatoria selezionando obiettivi precisi. L’Europa deve decidere se esiste, oppure se non vuole esistere. I patti sono sempre un do ut des. Se non c’è corrispondenza tra le due cose non esiste il patto".

Cosa pensa della legge sullo Ius Soli in discussione al Senato?

"Una goccia nel mare. Ma io l’avrei firmato. Per ragioni di emergenza. Dovremo prendere altre decisioni in emergenza prima che scoppi la pentola2.


di Americo Mascarucci per "intelligonew.it"

Nessun commento: