yYAXssKCQaUWZcXZ79RJTBLvo-c;SfREtjZ9NYeQnnVMC-CsZ9qN6L0 Finance, Economics, Globus, Brokers, Banks, Collateral-Oriano Mattei: MONTE DEI PASCHI DI SIENA...VICINO L'AVVIO PER LA PROCEDURA DEGLI ESUBERI..... Dopo l’approvazione del piano industriale, con la conseguente ricapitalizzazione precauzionale, si è capito che per Monte dei Paschi sono previsti, entro il 2021, 5.500 esuberi.

video

Loading...

domenica 23 luglio 2017

MONTE DEI PASCHI DI SIENA...VICINO L'AVVIO PER LA PROCEDURA DEGLI ESUBERI..... Dopo l’approvazione del piano industriale, con la conseguente ricapitalizzazione precauzionale, si è capito che per Monte dei Paschi sono previsti, entro il 2021, 5.500 esuberi.


Monte dei Paschi, LapresseMonte dei Paschi, Lapresse


VICINO L’AVVIO DELLA PROCEDURA PER GLI ESUBERI

Dopo l’approvazione del piano industriale, con la conseguente ricapitalizzazione precauzionale, si è capito che per Monte dei Paschi sono previsti, entro il 2021, 5.500 esuberi. Tutti però volontari. Cosa che ha tranquillizzato i sindacati, che nei mesi scorsi avevano più volte fatto capire che non erano disposti ad accettare licenziamenti superiori a quelli già concordati alla fine dell’anno scorso. Secondo quanto riferito da una fonte a Mf-DowJones, l’avvio della procedura sindacale sugli esuberi di quest’anno, che dovrebbero ammontare a circa 1.200-1.500, di cui in parte già avvenuti, dovrebbe prendere il via la prossima settimana, esattamente il 26 o il 27 luglio. A breve dovrebbe quindi essere notificata la convocazione dell’incontro.
Secondo quanto era stato stabilito in un recente incontro tra Marco Morelli e i sindacati, saranno aperte diverse procedure separate per arrivare all’ammontare di uscite previste, differenziandole anche per tempistica. In questo senso si dovrebbe proprio partire dagli esuberi che dovrebbero essere portati a termine entro la fine del 2017. Tutta questa procedura, com’era già stato chiarito al momento della presentazione del piano industriale da parte del management di Monte dei Paschi, riguarda i dipendenti delle filiali e strutture italiane. Per quanto riguarda i 450 esuberi previsti all’estero, infatti, non ci sono scivoli o scelte volontarie: ci sarà la chiusura o la vendita delle attività. In Italia, invece, delle 5.500 uscite previste, 4.800 potranno contare su Fondo di solidarietà, mentre le altre sono derivanti da turnover fisiologico.

di Loranzo Torrisi per "ilsussidiario.net"

Nessun commento: